Trieste, nipote usa l'auto con il contrassegno per disabili: multata

L'aveva parcheggiata in un posteggio personalizzato

TRIESTE L'altro giorno una pattuglia del Distretto C di Polizia municipale è stata inviata in via Fabio Severo perché un veicolo col contrassegno generico occupava uno stallo disabili personalizzato. Il veicolo era lì dalla sera prima, già sanzionato ma non rimosso proprio perché esponeva il contrassegno.

La pattuglia ha deciso perciò di risolvere il problema contattando telefonicamente la titolare del pass per chiederle di spostare quanto prima il mezzo e far posto al veicolo avente diritto. La signora comunicava di non sapere dove fosse il veicolo perché fuori città ma che avrebbe inviato qualcuno a spostarlo subito.

Infatti, poco dopo, si è presentata la giovane nipote: dalle sue dichiarazioni gli operatori accertavano che aveva usato impropriamente il contrassegno, senza la titolare. La sanzione è di 87 euro e 2 punti in meno sulla patente. Il contrassegno serve al disabile ed a lui solo. Non può essere utilizzato da altri - avverte la municipale -, neanche se compie delle commissioni per il disabile stesso (è una giustificazione piuttosto usata con gli Agenti di Polizia Locale mentre contestano la violazione).

Video del giorno

Incendio nell'Oristanese, le fiamme nel centro abitato di Cuglieri: le immagini dei danni

Cotolette di ceci con maionese all'erba cipollina

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi