Contenuto riservato agli abbonati

L’Alinari divorzia da Trieste, addio al museo a San Giusto

Dopo meno di tre anni chiude lo spazio sulla fotografia digitale al Bastione fiorito. Rossi: «Nonostante il traino del Castello quella realtà non è riuscita a decollare»

TRIESTE Dissolvenza incrociata. L’Alinari Image Museum scompare dal panorama triestino a neppure tre anni dall’inaugurazione e lascia il vuoto al Bastione fiorito del Castello di San Giusto. Il museo, dedicato alla fotografia digitale (il primo in Europa come avevano spiegato all’epoca i gestori), finirà la sua breve vita con la mostra “riciclata” di Folco Quilici “I mari dell’uomo”. La mostra, dopo lo sciopero di fine anno che ha interrotto l’esposizione di Nino Migliori, è stata aperta lo scorso 10 febbraio e chiuderà i battenti, prorogata, il 26 maggio, in contemporanea con il voto europeo.

Video del giorno

Bari, rimorchiatore affonda al largo della costa pugliese: le operazioni di soccorso

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi