Contenuto riservato agli abbonati

Individuato il basista “triestino” dei ladri in villa

Accusa di favoreggiamento per un cittadino albanese residente in città. Avrebbe offerto ospitalità e dato aiuto per la fuga

TRIESTE Dava ospitalità ai ladri che saccheggiavano le ville del Carso. Non solo. Secondo le indagini avrebbe anche fatto da “staffetta” per la fuga dei rapinatori dopo il colpo di Opicina dello scorso gennaio durante il quale c’era stata anche una sparatoria.



Dovrà ora rispondere alle accuse di favoreggiamento Gentian Hasalliu, l’albanese di ventisette anni che vive a Trieste, coinvolto nell’inchiesta della Squadra Mobile culminata con i tre arresti degli scorsi giorni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi