Contenuto riservato agli abbonati

Canottieri Timavo volta pagina, prevale l’anima degli armatori

Votano 290 soci di cui 121 con la delega. Nel Consiglio direttivo tre “superstiti”. L’ala sportiva non piazza Strukelj. Ora gli undici dovranno scegliere il presidente

MONFALCONE La Canottieri Timavo volta pagina affidandosi a un consiglio direttivo totalmente nuovo per oltre la metà dei rappresentanti (6 elementi alla loro prima volta nel comitato decisionale, a ricoprire le 11 cariche che saranno assegnate internamente dopo la prima riunione) ma il futuro resta ancora tutto da scrivere, perché quello che emerge dalle elezioni andate in scena ieri tra l’oratorio San Michele, che ha ospitato in mattinata urna e votanti, e la sede della società, dove nel pomeriggio si è tenuto lo spoglio, è la frattura interna tra l’anima sportiva e quella diportista della società che il nuovo direttivo dovrà essere bravo a ricucire.

Video del giorno

Risotto Queen Victoria, Derflingher: "Per questo piatto la regina Elisabetta ha rotto il protocollo"

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi