A4, via a una nuova tranche di lavori per la terza corsia

Un momento dei lavori effettuati nella notte fra il 23 e il 24 marzo, con chiusura di un tratto autostradale

Dal 25 marzo il cantiere fra Alvisopoli e Portogruaro, due anni per un investimento di 87,4 milioni di euro

TRIESTE. Al via domani lunedì 25 marzo una nuova tranche di lavori per la realizzazione della terza corsia in
A4. L'intervento - informa Autovie Venete - riguarderà il primo sub lotto (Alvisopoli-Portogruaro) del secondo lotto (Alvisopoli-San Donà di Piave): un cantiere lungo quasi 9 chilometri che andrà ad aggiungersi ai 30 chilometri di autostrada già cantierati nel tratto fra il nuovo ponte sul fiume Tagliamento e il nodo di Palmanova, in entrambe le direzioni.

Intanto è stata riaperta alle 11 di oggi domenica 24 marzo l'A4 chiusa per un tratto nella notte per l'esecuzione di una serie di interventi. La chiusura, inizialmente programmata per le 24, è stata posticipata di una ventina di minuti per consentire il completo deflusso dei tifosi dallo stadio di Udine dopo la partita Italia-Finlandia.

I lavori che partiranno il 25 marzo prevedono l'ampliamento con terza corsia di un tratto autostradale di circa 8,5 km, compreso nei comuni di Portogruaro, Teglio Veneto e Fossalta di Portogruaro, adiacente al cantiere del terzo lotto; e la realizzazione del canale di gronda "Fosson-Loncon", nei comuni di San Stino di Livenza e Annone Veneto. Inoltre verrà rifatto il nodo di Portogruaro, che collega l'A4 con l'A28, con la la demolizione e ricostruzione delle piste in ingresso e uscita dall'autostrada, di 5 sottopassi, 5 cavalcavia (tra cui il sovrappasso del nodo di Portogruaro) e 3 ponti e la realizzazione di due sottopassi ex novo.

È previsto un investimento di 87,4 milioni di euro e la durata del cantiere è di circa due anni. «Proseguono senza soluzione di continuità i lavori in territorio veneto - afferma il presidente di Autovie, Maurizio Castagna - completando così la terza corsia interamente nella tratta tra Portogruaro e Palmanova». A causa dei lavori - conclude la concessionaria - sono previste modifiche alla viabilità e il limite massimo di velocità per i veicoli fino alle 7,5 tonnellate sarà di 80 km/h mentre per quelli superiori alle 7,5 tonnellate sarà di 60 km/h.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi