In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Ai gazebo si rivedono i delusi. Gli stranieri i grandi assenti

L’affluenza registrata consola la costola bisiaca a due anni dalla delusione delle comunali: «Ho visto persone fuggite ma che sono tornate: buon segno»

1 minuto di lettura

MONFALCONE A quasi due anni e mezzo dal voto alle comunali che l’ha estromesso dal governo della città, feudo del centrosinistra per un quarto di secolo, il Pd monfalconese ieri ha tirato un sospiro di sollievo.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Zingaretti dominatore anche in regione, alle urne quasi 25 mila]]

Innanzitutto per la giornata di sole, visto che il gazebo che ha accolto il seggio delle primarie è stato allestito nella zona pedonale, dopo un’infruttuosa richiesta al Comune di utilizzare il Palazzetto veneto. A rasserenare i dem, poi, c’ha pensato l’affluenza al voto: costante durante tutta la giornata e di certo non inferiore a quella di due anni fa. Quando il Pd della città dei cantieri era del resto appena uscito dalla batosta delle comunali, vinte dal centrodestra a traino leghista.



Alle 17 al seggio si sono recati in 420 tra iscritti e simpatizzanti contro i 591 complessivi del 2017. «Ho visto al gazebo persone che erano fuggite e ora sono ritornate – ha commentato il segretario cittadino dei dem, Marco Ghinelli –. È un segnale confortante». Almeno a mezza mattina tutti i votanti hanno comunque un’età media piuttosto alta e di giovani in giro non se ne vedono. Pure gli stranieri questa volta, salvo qualche eccezione, si sono tenuti alla larga: sfilano davanti al gazebo, guardano, ma non si fermano.



A differenza di quanto avvenne nelle primarie di inizio dicembre 2013, quando il partito, soprattutto in terra bisiaca, pareva invincibile. Allora l’affluenza fu di 947 votanti, in larga parte non iscritti. Al seggio s’erano affacciati appunto anche gli stranieri, bengalesi in particolare, anche se non nella misura delle primarie del 2009, quando parteciparono al voto circa trecento cittadini originari del Paese asiatico. —




 

I commenti dei lettori