In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

A Gorizia apre le danze Lucia e spuntano sacerdoti e suore

La prima a presentarsi è una habitué di 84 anni: «Ma abbiamo visto facce nuove, testimonianza di interesse anche fra diversi giovani»

1 minuto di lettura

GORIZIA La prima, come ormai da abitudine, è stata Lucia, 84 anni e una puntualità svizzera: come in occasione di tutte le altre primarie del Pd svoltesi finora a Gorizia, si è presentata al seggio in anticipo rispetto all’apertura (alle 7.45 circa) e ha infilato la prima scheda nell’urna per dire la sua sulla futura guida del partito.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Zingaretti dominatore anche in regione, alle urne quasi 25 mila]]

Poi ieri al Kulturni dom di via Brass sono arrivati via via gli altri elettori del capoluogo e di San Floriano del Collio: non pochi, visto che intorno alle 9.30 avevano votato già in cento, alle 12 si era a quota 280 schede e a metà pomeriggio si toccavano le 450. Per la soddisfazione dei vertici locali del Partito democratico, che ha colto l’occasione anche per proseguire la raccolta di firme in difesa dell’autonomia dell’Isontino nella riforma degli enti locali al vaglio della Regione: «L’affluenza è stata più che positiva – spiegava ieri il segretario comunale del Pd Franco Perazza – perfino inaspettata per certi versi, tanto che specie in mattinata abbiamo dovuto continuamente vidimare nuove schede. Lo riteniamo un ottimo risultato».

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Zingaretti dominatore anche in regione, alle urne quasi 25 mila]]

Al Kulturni dom si sono presentati i sostenitori “storici” del partito, ma «abbiamo visto – assicura il presidente del seggio Enzo Dall’Osto – anche tanti volti nuovi rispetto alle passate primarie, a testimonianza di un interesse piuttosto ampio. Anche da parte di diversi giovani».

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Dal bar dell’ex M5s al Carso: «Qui per dare un segnale»]]

Al voto ha partecipato anche il mondo cattolico: al seggio si sono visti alcuni sacerdoti e abbiamo incrociato anche alcune suore. Una trentina di volontari si sono alternati nella gestione delle operazioni di voto. —


 

I commenti dei lettori