Fedriga porta nel suo staff l’assessore di Dipiazza

La leghista Tonel raddoppia e diventa anche capo segreteria del governatore. Manterrà entrambi gli incarichi. «La proposta del presidente è un’opportunità»

TRIESTE Dopo Federica Seganti, ritorna pure la sua addetta di segreteria della decima legislatura (2008-2013). Serena Tonel è la nuova capo segreteria del presidente Massimiliano Fedriga. Un incarico che si aggiunge a quello di assessore della giunta Dipiazza con le deleghe a Comunicazione, Sistemi informativi, Teatri, Pari opportunità e Semplificazione amministrativa.



«Serena è così in gamba che può fare tre-quattro cose assieme, per noi non cambia nulla», assicura il sindaco di Trieste, precisando di non avere ostacolato il secondo lavoro di Tonel. «Anzi – dice Roberto Dipiazza –, mi fa particolarmente piacere che una persona che conosce la realtà cittadina entri nella stanza dei bottoni».



Incaricata da ieri, l’assessore-capo segreteria occupa il posto lasciato vacante da Demetrio Filippo Damiani, nominato a inizio dicembre direttore dell’Agenzia di stampa della giunta. «Dipiazza dice che ce la posso fare? Mi vuole bene», sorride Tonel ricostruendo a sua volta com’è andata. «Il ruolo è fiduciario – dice – ed è stato il presidente a propormelo. Ne ho parlato assieme a lui e al sindaco, c’era questa opportunità e mi pareva giusto coglierla».

Per chi, velenosamente, farà notare che forse da assessore si sentiva quasi disoccupata, Tonel ha la risposta pronta: «Il posto in Regione non è un ripiego, ma una cosa in più che mi ha fatto molto piacere mi sia stata offerta. La gestione dei tempi? Credo non ci saranno problemi, più di qualche collega ha la propria attività lavorativa, ma riesce comunque a organizzarsi».

A sentire lo staff di Fedriga, è stato anche questo il motivo per procedere. Come altri assessori, triestini e non solo, Tonel si dividerà su due fronti. Né le sue deleghe in città sembrano particolarmente pesanti da impedirle di farcela. La sola differenza rispetto ad altre situazioni è che a fine mese arriverà una doppia paga pubblica. È lei stessa a snocciolare le cifre. Del resto, appena entrata in giunta Dipiazza, nel 2016, dichiarò senza titubanze: «Il Comune deve essere una casa di vetro». Al lordo delle tasse, dunque, ai 2 mila euro da assessore, si aggiungeranno 26mila euro all’anno da addetto di segreteria con un’ulteriore indennità di 500 euro mensili per la posizione di responsabile».

La Lega al potere riporta dunque a Palazzo le sue donne. Come per Seganti, anche in questo caso si tratta di un’attestazione di massima fiducia. Triestina, 38 anni, laureata in giurisprudenza, Tonel è amica del governatore dai tempi della scuola e attiva in Lega da una quindicina danni. Ha lavorato fianco a fianco con l’allora assessore ad Autonomie locali e Sicurezza, e poi alle Attività produttive, è stata inserita in lista alle politiche 2013 e poi eletta consigliere a Trieste con 235 preferenze, quarta dietro a Roberti, Tuiach e Ghersinich.

Insomma, filtra ancora dagli uffici della presidenza della Regione, Tonel è stata vista lavorare e impegnarsi per il partito, la si considera persona di assoluta competenza per le mansioni da capo segreteria, tra l’altro con un’esperienza già maturata nella stessa “macchina”. «Torno contemporaneamente a Federica? Non ci avevo pensato, ma è del tutto casuale», commenta la diretta interessata. Fedriga ha fatto dimettere dal Consiglio i suoi assessori e adesso ne strappa uno part-time a Trieste? Impegni di diversa portata, è stato il ragionamento prima di chiudere l’iter. —


 

Egg muffin con broccoli e feta

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi