Grazie alle donazioni a scuola si parla di disagio giovanile