Contenuto riservato agli abbonati

Canottieri Timavo nelle mani dei probiviri

Annullati bilanci e delibere. L’ex presidente svela ai soci la denuncia della tesoriera, dopo la morte, alla Guardia di finanza

MONFALCONE Ora è tutto in mano ai probiviri Gianni Marussi, Paolo Serafin, Gianni Matronola, Antonino Di Miceli e Guido Berti. L’assemblea straordinaria della Canottieri Timavo, 200 votanti ieri alla sala 5 del Kinemax, ha deliberato di affidare al collegio la temporanea gestione ordinaria della società fino alla nomina del nuovo consiglio, dopo le dimissioni e l’uscita di scena dell’ultimo direttivo.

Video del giorno

Checco Zalone in festa sulla barca dell’oligarca

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi