In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Gli alberghi triestini accolgono i parenti delle vittime di Genova

Tredici hotel offriranno una vacanza gratuita in città dal 22 al 27 dicembre a genitori, figli e fidanzati delle 43 persone morte dopo il crollo del ponte Morandi

1 minuto di lettura
(ansa)

TRIESTE. Trieste tende la mano a Genova. Gli alberghi cittadini regaleranno per Natale una vacanza alle famiglie delle 43 vittime del crollo del ponte Morandi. Un gesto nato dalla collaborazione tra Federalberghi-Confcommercio locale e quella del capoluogo ligure.

Ad aderire al progetto 13 stretture ricettive triestine: gli hotel San Giusto, Continentale, Duchi D' Aosta, Italia, Milano, Riviera, Roma, Tritone, Urban, Viale e i residence Granzo, Bonomo e Theresia. Dal 22 al 27 dicembre alcune delle loro camere ospiteranno i parenti delle vittime di Genova. L'idea è nata poche settimane fa, nell'ambito di un tavolo di lavoro sulle diverse iniziative di solidarietà che Confcommercio e le associazioni di categoria che ne fanno parte organizzano per il periodo di Natale. In quel contesto la proposta è stata accolta con entusiasmo e in pochi giorni il progetto ha preso forma. Confcommercio Genova, con tatto, ha contattato le famiglie delle vittime spigando loro l'iniziativa. Ad aderire, secondo gli ultimi riscontri, dovrebbero essere tra le 30 e le 40 persone, felici di poter arrivare in città per Natale. Si tratta di famiglie intere e coppie, per lo più.

«L'iniziativa - spiega Guerrino Lanci, presidente Federalberghi - nasce dal voler dare ancora più valore al nostro lavoro che ha come finalità l'accoglienza. Sarà un piacere accogliere assieme a tutta la città coloro che hanno perso una persona cara in quella tragedia, cercando di regalare loro in Natale diverso. In pochi giorni - aggiunge - le realtà ricettive della città che avevano la disponibilità di accogliere qualcuno, si sono subito messe a disposizione e questo non può che rendermi orgoglioso della categoria che rappresento».

Dell'iniziativa Federalberghi ha parlato con istituzioni, associazioni di categorie e importanti società locali. E dal confronto si stanno delineando una serie di iniziative che verranno messe in campo da diversi attori, che andranno a rendere ancora più preziose ed accoglienti quelle giornate a Trieste. I dettagli del progetto verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa organizzata per domani, lunedì 17 dicembre alle 11.30, nella sede di Confcommercio. «Chi intende mettere qualcosa a disposizione di queste persone, un servizio, qualcosa per i più piccoli, ci contatti», conclude Lanci.
 

I commenti dei lettori