Trieste, sottrae denaro dal fondo cassa: arrestato il commesso di un supermercato

Era riuscito a prelevare fino a 2mila euro al mese. Le indagini erano partite in seguito alla querela del gestore del negozio  

TRIESTE Aveva sottratto, banconota dopo banconota, quasi 2mila euro al mese dal fondo cassa del supermercato in cui lavorava: la polizia venerdì scorso ha colto in flagrante il responsabile, un commesso italiano incensurato, e lo ha arrestato. 

Tutto è partito dal fatto che il gestore del negozio si era reso conto che quasi ogni giorno sparivano dal fondo cassa piccole somme di denaro. Aveva presentato querela di furto contro ignoti al Commissariato di polizia “Polo San Sabba”, competente per territorio. 

Da lì aveva preso avvio un’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Trieste, nell’ambito della quale gli investigatori del Commissariato avevano effettuato mirati servizi di osservazione, accertando che l’autore dei furti fosse proprio un dipendente del supermercato.

L’uomo, italiano e incensurato, con cadenza pressoché quotidiana, ha prelevato illecitamente piccoli quantitativi di denaro, dai 10 a 50 euro, fino a un totale di almeno 2000 euro negli ultimi due mesi. 

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi