Investito da uno stormo di uccelli, l'aereo torna al Trieste Airport

Un aereo Alitalia al Trieste Airport

L'Alitalia Trieste-Roma delle 11.30 giunto all'altezza di Lignano ha dovuto invertire la rotta e rientrare. Da verificare i danni al velivolo

Gabbiano nel motore, niente decollo e paura a Ronchi

RONCHI DEI LEGIONARI – E' ritornato in aeroporto pochi minuti dopo il decollo, avvenuto alle 11.30, l'Airbus A 320 di Alitalia partito oggi 26 settembre da Ronchi dei Legionari e diretto a Roma Fiumicino. Mentre era all'altezza di Lignano, a bordo del velivolo, nel quale sedevano oltre cento persone, si è sentito uno scossone.

Subito dopo il comandante ha avvertito i passeggeri che l'aereo era stato investito da uno stormo di uccelli che avevano colpito entrambi i motori e ha quindi invertito la rotta, facendo ritorno al Trieste Airport. Nello scalo verranno ora svolte tutte le operazioni di controllo per verificare i danni subiti dal velivolo.

Il volo è stato cancellato e i passeggeri sono stati assistiti dal personale dello scalo ronchese per le succesive riprotezioni su altri collegamenti. Da quanto è emerso poi infatti sono stati trasferiti su un altro volo. "Complimenti ad Alitalia, all'Aeroporto Fvg e al pilota per la prontezza con cui hanno risolto il problema", ha commentato qualche passeggero. 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi