Trieste, le auto della Municipale con le telecamere

Foto Silvano

Dimostrazione oggi dell'utilizzo delle apparecchiature che potrebbero essere a breve installate

TRIESTE Per ora è solo un’ipotesi, ma gli agenti di polizia locale del Friuli Venezia Giulia potrebbero in futuro dotarsi di telecamere da indossare sulle divise per aumentare la sicurezza nei controlli e nelle operazioni di intervento.

Uno scenario che - si legge in una nota della Regione Fvg - piace all’assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti, che oggi a Trieste ha assistito ad una dimostrazione dell’utilizzo di alcuni dispositivi di videoregistrazione di ultima generazione. «Le nuove tecnologie possono e devono aiutare la sicurezza dell’agente di polizia locale così come del cittadino», è stato il commento di Roberti, secondo cui «queste tipologie di telecamere sono utili nei casi in cui c’è bisogno di arrivare all’uso della forza, quando l’agente si trova ad intervenire in situazioni di pericolo, ma anche quando si tratta di dirimere dubbi su fatti avvenuti in contesti di concitazione e possono essere utili ai fini della ricostruzione di ciò che realmente è successo».

Le apparecchiature presentate oggi nel piazzale della caserma San Sebastiano a Trieste sono di due tipologie: un sistema di videocamere da installare all’interno dell’abitacolo delle autovetture, che consente le riprese frontali e quelle verso il sedile posteriore dell’auto, ed una telecamera frontale da collocare sulla giacca delle divise degli agenti, la cosiddetta bodycam.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi