Motoscafo resta in secca davanti all'Isola della Cona

La piccola imbarcazione rimasta in secca di fronte alla Cona

L'imbarcazione è stata sorpresa dalla bassa marea e si è inclinata su un banco di sabbia. Ha ripreso il largo in serata quando il mare è nuovamente salito di livello

MONFALCONE Un piccolo motoscafo è finito in secca all’altezza del secondo “Caregon”, davanti all’Isola della Cona. L’imbarcazione è stata notata da altri diportisti in posizione inclinata, complice evidentemente la bassa marea, con il natante appoggiato su un lato in una striscia di sabbia.

Si tratta di eventi che possono accadere, con il ritiro del mare che peraltro lungo il litorale monfalconese e staranzanese ha raggiunto il picco minimo alle 18 del pomeriggio di mercoledì. E’ un periodo questo, come è stato spiegato, caratterizzato da forti abbassamenti delle maree, di fatto da rasentare livelli minimi.

La Capitaneria di porto, allertata, considerata l'impossibilità di un intervento semplice e la totale assenza di rischio per le persone, ha consigliato al proprietario dell'imbarcazione di armarsi di pazienza e di attendere l'arrivo dell'alta marea, previsto in serata, così da poter riprendere il largo senza danni.—

Video del giorno

Maltempo a Cremona: una tromba d'aria abbatte alberi e infrastrutture

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi