In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Salvini al presidente dell'Egitto: fare piena luce su Regeni

Il vicepremier al Cairo ha rinnovato la richiesta ad Al Sisi. Al centro dei colloqui i temi di sicurezza e immigrazione clandestina

1 minuto di lettura

ROMA Il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini ha incontrato nella mattina di oggi 18 luglio al Cairo il presidente egiziano Abd Al Fattah Al Sisi rinnovando la richiesta di «fare piena luce sull'omicidio dello studente italiano Giulio Regeni». Lo rende noto il Viminale parlando di un incontro «lungo e cordiale» al quale ha partecipato anche il ministro dell'Interno egiziano. Al centro dei colloqui il rafforzamento delle iniziative in tema di sicurezza, contrasto all'immigrazione clandestina e al terrorismo.

Un mese fa, a metà giugno, Salvini era finito al centro di un'aspra polemica per aver derubricato a "problema" il caso del ricercatore di Fiumicello brutalmente torturato e ucciso al Cairo, dove scomparve la sera del 25 gennaio 2016: «Vogliamo ricostruire buoni rapporti con l’Egitto. Io comprendo bene la richiesta di giustizia della famiglia di Giulio Regeni. Ma per noi, per l’Italia, è fondamentale avere buone relazioni con un Paese importante come l’Egitto», aveva detto il ministro.

I commenti dei lettori