Udine, uccide l'ex moglie sparandole dal notaio e poi si toglie la vita

Giuliano Cattaruzzi, 80 anni, architetto e l'ex moglie Donatella Briosi, 64 anni, sommelier

È successo in pieno centro, nello studio notarile Amodio. Lui era Giuliano Cattaruzzi, lei Donatella Briosi

UDINE Ha raggiunto alle spalle l'ex moglie, le ha appoggiato un braccio alla schiena, poi ha estratto un revolver a tamburo calibro 38 e ha esploso un primo colpo che è rimbalzato sul pavimento sfiorando gli acquirenti dell'immobile, al lato opposto del tavolo, prima di conficcarsi in due libri della parete di fronte. Poi le ha appoggiato la pistola alla nuca e ha esploso un secondo colpo che le ha trapassato il corpo ferendo di striscio l'avvocatessa che le era al fianco. Infine ha fatto qualche passo indietro e si è puntato la pistola alla gola.

È la ricostruzione effettuata dalla Polizia della dinamica dell'omicidio suicidio con cui poco dopo le 10 di mercoledì 13 giugno Giuliano Cattaruzzi, 80 anni, architetto, che negli ultimi anni viveva alle Canarie con una nuova compagna, ha ucciso l'ex moglie Donatella Briosi, 64 anni, sommelier, e poi si è tolto la vita.

Uccide la moglie, poi si toglie la vita nello studio di un notaio

Omicidio-suicidio a Udine, il punto sulle indagini

Maggiori aggiornamenti sul sito del Messaggero Veneto

Video del giorno

A Trieste torna Bioest, la fiera del biologico e dei prodotti naturali

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi