Il neoassessore Fvg Bini: «Che velocità a Palazzo, mi sento in un flipper»

Sergio Bini

E' l’unico assessore (alle Attività produttive) della giunta Fedriga che, a parte una vicepresidenza Ater, il Palazzo non l’ha mai visto.

TRIESTE. Sergio Bini, presidente di Progetto Fvg, dice di sentirsi come una pallina da flipper. Del resto è l’unico assessore (alle Attività produttive) della giunta Fedriga che, a parte una vicepresidenza Ater, il Palazzo non l’ha mai visto: «È tutto nuovo». Di qui lo stupore: «I dirigenti sono velocissimi».

Bini, un anno dopo il suo tuffo in politica, raccogliere l’eredità di Sergio Bolzonello. Se l’aspettava?


Ringrazio il presidente per la grandissima fiducia che mi ha riservato. Progetto Fvg era entrato in campo con quell’intento: portare un contributo di conoscenze e di rinnovamento sul lavoro ma anche sul turismo, una delle leve per far crescere prodotto interno lordo e occupati.

Il suo stato d’animo?

Sono onorato, felice e pronto a impegnarmi pancia a terra. Il turismo esce da un quinquennio di numeri positivi.

Dove si può migliorare?

Ancora sui numeri, dato che le potenzialità sono enormi. Ma soprattutto sulla qualità. Mi hanno invitato all’inaugurazione del passo barca che unirà Lignano a Bibione e ho detto che il mondo è immenso. Gente che si sposta per le ferie ce n’è tantissima. Quello che dobbiamo fornire sono servizi di qualità.

Siamo carenti?

Dobbiamo fare di più. La Regione deve guidare le politiche di sviluppo turistico, ma servono anche privati che investano soldi veri.

Ha trovato una politica lenta rispetto ai ritmi della vita da imprenditore?

Non immaginavo che esistesse la velocità nella pubblica amministrazione.

Parla dell’apparato?

Sono entrato in un assessorato efficientissimo. Chiedo una cosa e un’ora dopo mi arriva.

Più veloci i dirigenti degli organi di partito?

Mi fermo ai primi: preparatissimi.

Ha studiato il Rilancimpresa di Bolzonello?

No, non ancora.

Inutile quindi chiederle se lo intende cambiare?

Sono come una pallina dentro il flipper. Sto cercando di imparare. Prima di intervenire mi hanno insegnato a studiare.

Questo ritardo è l’effetto delle fibrillazioni che hanno attraversato il centrodestra nel percorso verso la scelta del candidato presidente?

Nessuna fibrillazione.

Come?

Oggi (ieri per chi legge) abbiamo avuto la prima giunta in un clima di armonia totale.

Non può negare però il braccio di ferro tra Fedriga e Riccardi.

Nessun braccio di ferro. In una fase preelettorale ciascun partito porta avanti le sue proposte. Quello che ho visto è una grandissima coesione.

Siete stati la terza forza della coalizione. Qual è il valore aggiunto di Progetto Fvg?

La novità della proposta. Le nostre liste erano piene di persone del fare.

Da imprenditore, un consiglio alla squadra?

Entro in punta di piedi. I consigli li chiedo io.

(m.b.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Processo Depp, Kate Moss smentisce Heard: “Non mi ha mai picchiata durante tutta la relazione”

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi