Vola dal tetto, muore ma nessuno lo vede

Il luogo dell'incidente sul lavoro (Foto Petrussi)

Un artigiano residente a Lucinico (Gorizia) stava svolgendo lavori sul tetto di un'abitazione. Forse la morte risale a venerdì pomeriggio

CORMONS. Una morte sul lavoro in pieno centro ha scosso Cormons nella mattinata di sabato 21 aprile. Un uomo, impegnato in un’opera di ristrutturazione di un’abitazione privata al numero civico 59 di via Gorizia, è precipitato dal tetto della casa e ha perso la vita. Si tratta di un cinquantunenne residente a Lucinico assieme alla compagna ed i due figli.

Era un artigiano edile e stava svolgendo lavori di riqualificazione di un’abitazione di proprietà di un udinese: è stato proprio quest’ultimo a trovare il corpo senza vita dell’operaio.

Dai primi accertamenti svolti dai carabinieri, sembrerebbe che la tragedia si sia consumata già nel tardo pomeriggio di venerdì 20 aprile: l’operaio era solo, e l’ipotesi che si sta facendo largo è che stesse lavorando sul tetto dell’edificio di due piani, dal quale avrebbe perso ad un certo punto l’equilibrio senza che vi fossero testimoni che potessero notare cosa stesse accadendo, andando quindi a cozzare prima contro la tettoia al primo piano (alcune tegole infatti sono distrutte, segno che c’è stato un pesante impatto) e quindi a terra.

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi