Il mondo digitale svelato da State of the Net

L’evento conclusivo dell’edizione 2017 di State of the Net

Torna la rassegna dedicata a segreti e potenzialità della rete. Focus quest’anno su azioni e conseguenze

TRIESTE Tornerà a Trieste il 14 e 15 giugno prossimi, e sarà dedicata alle «Conseguenze» (Consequences) delle nostre azioni in rete, la decima edizione della rassegna «State Of The Net», conferenza internazionale sui temi legati al digitale e a Internet. Ideata appunto nel 2008 e curata dai giornalisti Beniamino Pagliaro e Sergio Maistrello, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e l'azienda Insiel Spa, e dall'imprenditore goriziano Paolo Valdemarin, State of the Net ha saputo approfondire nel tempo temi caldi del rapporto tra società e rete, anticipandone alcuni che oggi sono di stretta attualità: tra i titoli degli anni passati «Fatti» (sul rapporto tra social media e fake news, nel 2016), «Algoritmi» (2015), «Smart life» (2014).

Il tema di quest’anno avrà a che fare con la società. Relatori e partecipanti alle conferenze, in particolare, partiranno da alcune considerazioni di fondo: quanto le cose, di solito, siano più complesse di quanto sembrino e come i cittadini e le organizzazioni debbano debbano essere consapevoli delle conseguenze delle loro scelte. Quindi le conseguenze sull'infrastruttura: dal trasporto alla logistica, dall'assistenza sanitaria alla gestione dei dati; sul business: l'avvio, la crescita e la gestione delle attività aziendali con nuovi strumenti non solo per progettare i prodotti, ma per progettare le proprie attività future. Infine le conseguenze sulla cultura: la “dieta” tradizionale dei media sta cambiando il modo in cui ci avviciniamo e consumiamo libri, film, televisione e notizie, spesso con conseguenze impreviste.


L’anno scorso hanno partecipato agli incontri in qualità di relatori, tra gli altri, il giornalista e scrittrice Eliane Glaser, l’esperto di innovazione digitale Euan Semple e l’organizzatrice di meetup Adriana Lukas. Divideranno la scena con lo scienziato Walter Quattrociocchi, la direttrice dell'Imagelab Research Lab RitaCucchiara, il managing director della divisione digitale del Gruppo Espresso, Massimo Russo e altri esperti di informazione online. Grande attenzione era stata riservata alle eccellenze regionali, con la presentazione di cinque app innovative appunto “made in Fvg”.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Serie B, la scaramanzia di Letta e Fratoianni su Pisa-Monza: "Sulla partita di domenica non voglio dire niente"

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi