Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Solidarietà prorogata per 11 mesi alla Burgo

Intesa tra azienda e sindacati con mediazione regionale. Fiducia alla riconversione di Spinoglio

Un primo passo positivo. Per ora riguarda la questione occupazionale, ma potrebbe essere preparatorio di una soluzione industriale. Ieri mattina Burgo, assistita da Confindustria Venezia Giulia, le rappresentanze sindacali unitarie, le categorie Cgil-Cisl-Uil hanno condiviso il rinnovo, presso lo stabilimento di Duino Aurisina, del contratto di solidarietà per 11 mesi, a decorrere dal 3 marzo 2018 fino alla fine del gennaio 2019. Coprirà la procedura di licenziamento collettivo avviata dall' ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Un primo passo positivo. Per ora riguarda la questione occupazionale, ma potrebbe essere preparatorio di una soluzione industriale. Ieri mattina Burgo, assistita da Confindustria Venezia Giulia, le rappresentanze sindacali unitarie, le categorie Cgil-Cisl-Uil hanno condiviso il rinnovo, presso lo stabilimento di Duino Aurisina, del contratto di solidarietà per 11 mesi, a decorrere dal 3 marzo 2018 fino alla fine del gennaio 2019. Coprirà la procedura di licenziamento collettivo avviata dall'azienda per 121 esuberi.

È quanto si legge in una nota diffusa dalla Regione. La stessa Regione - attraverso le direzioni Attività produttive e Lavoro -, Burgo, rsu e sindacati hanno anche ribadito di riconoscere nell'imprenditore Giulio Spinoglio, amministratore delegato della società Cartiera di Ferrara spa, l'interlocutore primario con il quale portare avanti il progetto di riconversione della “linea 2” dello stabilimento di Duino.

E hanno riconfermato, nell'ambito delle proprie attribuzioni e nel quadro della vigente normativa regionale, l'impegno a concorrere fattivamente alla buona riuscita della riconversione stessa.

Per l'assessore regionale al Lavoro Loredana Panariti «si tratta di un significativo passo avanti nel percorso che, auspicabilmente, potrà portare alla riconversione della “linea 2” della Cartiera di Duino e alla conseguente salvaguardia dei livelli occupazionali». «In questo senso - conclude l’esponente della giunta Serracchiani - è importante che le parti, delle quali va riconosciuto ed apprezzato il senso di responsabilità dimostrato nella difficile vertenza, abbiano formalmente ribadito il comune impegno a concorrere alla buona riuscita del progetto industriale di riconversione che vede nella Cartiera di Ferrara l'interlocutore principale».

L’accordo tra le parti sociali è intervenuto durante il periodo di 30 giorni gestito dalla Regione, che ha fatto seguito al fallimento della prima parte della procedura. Adesso l’attenzione si sposta sul negoziato tra Spinoglio, Friulia, Invitalia che dovrebbe portare alla costituzione di una nuova società mirata alla riconversione di una parte della fabbrica duinese: dal patinatino si passerà al cartone da imballaggio. Un’operazione da oltre 30 milioni che mobilita risorse pubbliche e private.