In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Gorizia, inizio saldi al rallentatore la colpa è del maltempo

Nei negozi del centro di Gorizia ribassi medi del 30% con punte fino al 70 Lunedì ripartono i lavori in corso Italia. I commercianti: «Sarà un problema»

2 minuti di lettura

GORIZIA Chissà, forse dei sacchetti per la frutta scontati del 70% avrebbero attirato di più, ieri, dell’inizio dei saldi. La colpa stavolta è anche del maltempo che ha guastato un po’ gli entusiasmi per questa prima giornata in cui i prezzi sono precipitati, come da calendario regionale. Il dato goriziano ha visto la merce ribassata in media del 30%, con punte del 50-70%.

Propongono capi a meno della metà del prezzo originale soprattutto le grandi catene come H&M e Oviesse, dove ieri circolavano, complessivamente, più persone dall’aria curiosa e/o predatrice. Gli altri potenziali acquirenti vagavano circospetti e poco convinti, spesso con in mano fastidiosi ombrellini portatili che rendono più difficile la visita al negozio di turno.

Una nota di merito la si può spendere però sulla qualità dell’offerta. Sembrano essere lontani i tempi in cui i commercianti rispolveravano, con la scusa dei saldi, gli avanzi di magazzino. Ormai si vedono soprattutto abiti dell’ultima stagione e in varie taglie, compresi quelli un po’ natalizi e da Capodanno che saranno difficili da piazzare nelle prossime settimane. Nonostante i saldi, ieri si potevano notare anche alcune vetrine spente che rimarranno tali fino alla prossima settimana.

Alcuni hanno preferito optare, probabilmente, per un periodo di vacanza fino a dopo l’Epifania. E a proposito, come fa notare la titolare di Bottega Verde, la quale è anche una rappresentante dell’associazione “Le nuove vie” «da lunedì ripartono i lavori in Corso Italia e questo sarà un problema per tutti». Però la stessa esercente anticipa un risultato incoraggiante: «Il concorso “Vivi il Natale a Gorizia”, che termina domani, è andato benissimo, ben oltre le aspettative. A stima credo che le cartoline raccolte saranno il doppio di quelle dell’anno scorso. Questo anche grazie ai commercianti che stavolta si sono impegnati di più nell’informare le persone. In ogni caso erano tutti più preparati rispetto al 2016, quando per la prima volta abbiamo lanciato questa iniziativa. I frutti li raccogliamo oggi».

In pratica, si tratta di un concorso a premi a cui si partecipa facendo degli acquisti in diversi negozi del centro. Poi, con quattro scontrini raccolti e recapitati agli organizzatori, si attende l’estrazione dei premi, in programma il 29 gennaio prossimo. Un’idea che evidentemente è piaciuta e che ha invogliato a fare un po’ di shopping in città. Come riporta però Alessio Destro, titolare di Sushi Fashion in corso Italia: «Il brutto tempo ha rovinato tutto il periodo delle feste. La maggior parte delle persone ha atteso l’ultimo momento per fare qualche acquisto, alcuni addirittura sono arrivati nel periodo subito dopo Natale».

E non è l’unico a fare questa considerazione. Con la pioggia il centro non attrae più di tanto e ciò vale ancora di più per la zona di piazza Vittoria e via Rastello. L’andamento goriziano non è in linea, comunque, con quello nazionale. Diversi studi indicano, in questo primo scorcio del 2018, una maggiore propensione agli acquisti e una leggera crescita dei consumi nel periodo natalizio e nei tradizionali settori in cui un tempo brillavano i saldi.



 

I commenti dei lettori