Trieste, partito il cantiere all’ex Voce della luna

Un rendering del nuovo locale (foto Bruni)

Prime operazioni di sgombero. Da marzo la costruzione del nuovo locale “Tam”. Obiettivo: inaugurazione per la Barcolana

TRIESTE Dopo quasi dieci anni è stata aperta la prima fase del cantiere che entro la fine del prossimo anno ridarà vita a Tam (Terrazza a Mare), il locale che sorgerà dalle macerie della Voce della Luna. Era il 14 giugno del 2008 quando un incendio doloso distrusse la struttura sul lungomare di Barcola. Da allora, anno dopo anno, l’edificio è andato trasformandosi in un rudere. In questi giorni i nuovi concessionari dell'area demaniale - ossia la Gdm sas di Simone Rossi & C. - hanno avviato lo sgombero e l'accantieramento del sito. I lavori, insomma, sono partiti. Su quel tratto di lungomare si notano operai al lavoro e un via vai di tecnici mentre la zona è transennata da una serie di pannelli che raccontano, con tanto di fotografie, come da quel cumulo di macerie nascerà il nuovo locale.



I lavori sono potuto partire giacché la Gdm - dopo aver siglato con la Regione lo scorso 16 novembre il contratto di concessione della durata di 16 anni - è entrata ora materialmente in possesso dell’area da 1.084 metri quadrati. Oltre allo sgombero degli spazi, subito dopo le festività natalizie la concessionaria darà il via anche ai lavori di verifica di tutte le travi e i pilastri in acciaio della piattaforma a mare, per valutarne la tenuta e definire il progetto strutturale. Un’operazione che richiederà anche l'utilizzo di sommozzatori specializzati.

Da marzo si passerà invece alla fase costruttiva. Ieri mattina, a “ufficializzare” in qualche modo l'avvio del cantiere, è intervenuto anche il sindaco. Dando vita a un siparietto con tanto di trapano e bulloni, Roberto Dipiazza ha sottolineato quanto sia importante, anche dal punto di vista turistico, il recupero di quella realtà che rappresenta uno dei biglietti da visita di Trieste.

«Quando avevo sei anni - ha spiegato - mi portavano proprio in questo locale sul mare a prendere il gelato. I turisti che non conoscono le vicende che hanno travolto questa struttura ma lamentavano l'incuria di quest'area, per cui non posso che essere soddisfatto che il prossimo anno un locale così bello verrà restituito alla nostra città e a chi la visita».

Entrando oggi nel cantiere si scorge la sagoma di quello che fu uno dei locali più amati dai giovani triestini e dagli appassionati della tintarella. E dando uno sguardo al progetto firmato dallo studio Metroarea degli architetti Tazio di Pretoro e Giulio Paladini, si inizia a immaginare il nuovo "Terrazza a Mare". La struttura si dividerà in tre aree funzionali: la sala, le terrazze, il belvedere.

La sala ospiterà il bar, il ristorante e la gelateria. Le terrazze saranno adibite alla balneazione, in parte alla ristorazione e a ospitare eventi e spettacoli. Sulla copertura del locale si troverà il belvedere, un'area destinata a solarium ma attrezzata per organizzare anche iniziative ed eventi. Una struttura multifunzionale, dunque, che si trasformerà di ora in ora nel corso della giornata e dove sarà possibile bere un aperitivo, prendere il sole, pranzare, cenare, assistere a eventi e mostre o, presentazioni di libri o vedere un film all'aperto. Il locale resterà aperto tutto l'anno. Secondo il cronoprogramma, potrebbe essere proprio la 50.a edizione della Barcolana l'occasione per il brindisi inaugurale. L'investimento, inclusi gli arredi, è di circa 600 mila euro.



«Il fatto che a determinare la rinascita di questo locale siano degli imprenditori locali mi rende ancora più contento, - ha commentato Michele Babuder, presidente della Commissione comunale ai Lavori pubblici intervenendo all'avvio del cantiere - un investimento importante che favorirà anche il comparto occupazionale e aggiungerà un tassello importante all'offerta dei luoghi di intrattenimento in città».

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Un'auto senza targa in fiamme nei campi a San Floriano del Collio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi