Il Natale a Turriaco si fa etnico e solidale

TURRIACO. Il pranzo sotto l’albero di Natale quest’anno a Turriaco diventa solidale ed etnico. Il 3 dicembre, in occasione della giornata di accensione dell’abete in piazza Libertà, sarà organizzato...

TURRIACO. Il pranzo sotto l’albero di Natale quest’anno a Turriaco diventa solidale ed etnico. Il 3 dicembre, in occasione della giornata di accensione dell’abete in piazza Libertà, sarà organizzato anche un pranzo “etnico”, preparato dai richiedenti asilo ospiti in paese. A coordinare le operazioni sarà il cuoco Lucio, che per l’occasione aprirà la “propria” cucina della scuola dell’infanzia agli aiutanti afghani. Quella del 3 dicembre sarà anche un’iniziativa di beneficenza.

Promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con Emergency, 2001 Agenziasociale, Anpi, Proloco e Auser Turriaco, l’evento ha l’obiettivo di raccogliere fondi per il centro di maternità di Anabah in Afghanistan e, indirettamente, di favorire l’integrazione all’interno della comunità di Turriaco attraverso un pranzo di solidarietà. L’appuntamento, aperto su prenotazione attraverso la Biblioteca (0481472722), è per le 12.30 nella “materna” di via Roma.

La giornata di festa inizierà però già dalle 11 con la presentazione in Sala consiliare dell’ultimo numero della rivista “Sconfinamenti” dedicata al tema dei rifugiati. Il dopo-pranzo avrà un seguito con la proiezione, a scuola, del film “Joeux Noel”, sulla tregua spontanea avvenuta in occasione del Natale durante il primo anno della Grande Guerra e, in piazza Libertà, con i laboratori di scultura del legno con gli artisti del Comelico. Sarà poi la volta delle letture per i piccoli a cura del Gruppo teatrale del Circolo Brandl e dei canti del Gruppo vocale Polymnia nella Sala consiliare, per arrivare, alle 18, al momento clou dell’accensione dell’albero, ancora una volta donato dal Comune di Paularo, accompagnato dalle note della sezione giovanile della Filarmonica di Turriaco.

Spazio infine ai giovani con Natale Rock e l’esibizione delle band degli “Noisy Silence”, “Aneurisma” e “Simone e Luisa”. I gruppi si esibiranno con pezzi originali e la riproposizione di brani natalizi, ma riarrangiati secondo il proprio stile. Sarà quindi una giornata intensa, come rileva l’assessore alla Cultura Carla De Faveri, che vedrà impegnati volontari anche negli stand enogastronomici ed avrà la supervisione della squadra comunale di Protezione Civile. (la. bl.)



Video del giorno

Napoli, il boss in Ferrari alla comunione del figlio

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi