Gorizia, alla Perco 100mila euro di danni ma il conto è destinato a salire

La sala docenti distrutta dalle fiamme (foto Bumbaca)

Stanziamenti da 23mila euro per ripulire e igienizzare il polo di via Romana nell’attesa di definire
il quadro con l’assicurazione. L’assessore Del Sordi: «Vogliamo tornare al più presto alla normalità»

«Più passano i giorni e più aumenta l’ammontare dei danni».

Allarga le braccia sconsolato Francesco Del Sordi, assessore comunale al Patrimonio. Non nasconde che, oltre ai tanti disagi, l’incendio appiccato all’interno della scuola media “Leopoldo Perco” sta comportando anche un esborso significativo da parte del Comune che, poi, si rivarrà sull’assicurazione ma intanto deve attingere dalle proprie casse e dal fondo di riserva. L’Ufficio tecnico del Comune sta continuando la ricognizione dei danni provocati dal rogo e, già dalle prime stime, la cifra si presenta piuttosto elevata, oltre 100 mila euro, senza contare il trasporto. Il problema maggiore riguarda la “Perco” dove dovranno essere effettuati diversi lavori, fra cui il rifacimento integrale dell’intonaco. La speranza è di riuscire a far rientrare studenti e professori entro quest’anno anche se l’aula insegnanti, quella maggiormente danneggiata, difficilmente potrà essere ripristinata in tempi brevi.



Le determine dirigenziali

Intanto, all’albo pretorio del Comune, sono apparse due determine che stanziano i primi soldi per permettere all’Istituto comprensivo di ripartire: 18.300 euro sono stati indirizzati per i lavori di bonifica e messa in sicurezza elettrica e strutturale della scuola “Perco”. Si è proceduto con un affidamento diretto (senza gara d’appalto perché non necessaria) alla ditta “Per spa” di Peschiera Borromeo. L’altro stanziamento è di circa 5.500 euro che serviranno per rimettere in sesto le classi della scuola elementare De Amicis: verrà realizzata una parete in cartongesso e si procederà all’apertura di una nuova uscita di emergenza. In questo caso, l’affidamento diretto è alla ditta “Goni” di via Ascoli. «Ma si tratta – fa sapere l’assessore Del Sordi – soltanto dei primi stanziamenti, cui faranno seguito altri. La speranza è che, durante lo svolgimento degli interventi, non emergano altri danni o guasti che potrebbero finire con il far lievitare ulteriormente la spesa».


Fa eco Ferdinando De Sarno, assessore comunale all’Istruzione. «Il Comune – ribadisce – ha avviato, fin da subito, tutti gli interventi necessari, per quanto di propria competenza, per far sì che le attività scolastiche potessero riprendere al più presto, fornendo, nel contempo, il massimo supporto alla dirigenza della “Perco” per risolvere le problematiche in campo. Purtroppo ci troviamo di fronte a una situazione difficile che richiede molta attenzione, visto che abbiamo a che fare con bambini e dobbiamo assicurarci che gli ambienti sostitutivi della Perco siano assolutamente idonei, secondo tutti gli aspetti e che possano essere raggiunti nella massima sicurezza».


Il rientro alla “De Amicis”

Intanto, l’assessore comunale Del Sordi conta che le tre classi ospitate provvisoriamente alla casa Pre Pieri Mosetti possano rientrare in via Romana al più presto. «Se tutto va bene – dice – questa settimana dovremo riuscire a mettere tutte le tessere al loro posto. Siamo partiti subito, già venerdì scorso, con le pulizie. Gli operai hanno lavorato anche al sabato e alla domenica e dovrebbero essere impegnati pure il primo novembre. Lo sforzo è massimo».

Ieri mattinaè scattata la prima tappa verso il ritorno alla normalità delle scuole “De Amicis” e “Perco” di Lucinico, coinvolte nell’incendio che, una settimana fa, aveva portato alla sospensione delle attività didattiche.

Gli alunni dell’elementare hanno ripreso le lezioni, in parte nella loro stessa scuola, nell’area dove il fuoco non aveva provocato gravi danni ed era stato sufficiente ripulire spazi e banchi dalla fuliggine e, in parte, nella parrocchia di Lucinico, grazie alla disponibilità del parroco, don Walter Milocco. Entro una settimana tutti dovrebbero rientrare nell’istituto scolastico.
 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi