Arrivano i corsi di Tlt: «Sarete indipendentisti in sedici ore di lezione»

Una manifestazione degli indipendentisti

Il piano di formazione dell’ex candidato sindaco Potenza «Studieremo la storia censurata dalla scuola italiana»

TRIESTE Un corso accelerato sul Tlt. Una seduta collettiva di autocoscienza sull’Allegato VIII del Trattato di pace. “Training autogeno” per controllare lo stress da indipendentismo. È l’obiettivo dei corsi autunno-inverno promossi dal Popular Assembly Project. Durata del corso 16 ore. Inizio mercoledì 25 ottobre e termine mercoledì 20 dicembre. Praticamente due ore alla settimana (ogni mercoledì dalle 17.30 alle 19.30) per apprendere di essere a propria insaputa cittadini del Tlt, amministrati provvisoriamente dall’Italia in attesa della nomina di un governatore da parte delle Nazioni Unite. Domani alle 10.30, al Caffè Tommaseo, ci sarà un incontro formativo sui corsi sulla “Repubblica indipendente dell’Alabarda”.

 



A presentare l’iniziativa sarà Vito Potenza, presidente della Popular Assembly Project e nel 2016 candidato sindaco della “Lista civica Vito Potenza per il Tlt”, che con 496 preferenze ottenne la maglia nera degli undici pretendenti alla carica di primo cittadino. «Scopo dei corsi formativi-informativi - fa sapere Potenza - è diffondere in modo chiaro e semplice alcuni concetti fondamentali finalizzati ad acquisire una maggiore consapevolezza delle proprie origini socio-culturali, dei torti subiti e dei diritti negati/mancati ai cittadini del Territorio libero di Trieste da parte del governo italiano».

Il corso sarà tenuto in via Caboto 23b in uno dei magazzini del Punto franco del Porto nuovo (un modo concreto per far comprendere l’argomento di cui si parla). La parte giuridica (ovvero le mitiche “carte”) avrà uno spazio preponderante a partire dall’Allegato VIII. «Per comprendere ampiamente quanto è accaduto in passato fino ai giorni nostri, verranno argomentati tutti i trattati internazionali ed i loro strumenti», si fa sapere. Ad aprire le lezioni sarà Alessandro Ferluga, editore di Ftt RadioTv. Seguiranno l’avvocato Giuseppe Turco, vicepresidente della Popular Assembly Project, e poi Potenza, che incarna le gioie e i dolori dell’indipendentismo in salsa triestina. Potenza è stato il primo segretario del Movimento Trieste libera, poi presidente del Territorio libero, poi fondatore e leader della lista civica che porta il suo nome. L’iscrizione al corso è gratuita per la prima sessione, poi si dovranno sborsare 25 euro (il costo dell’iscrizione al Ppa Ftt) oppure dare un contributo di 30 euro per chi non se la sente di avere la tessera. “Crediti” indipendentisti comunque garantiti. C’è prima di tutto da sanare una rimozione nata sui banchi di scuola. «Una particolare attenzione sarà rivolta a ripercorrere le tappe degli importanti fatti storici volutamente censurati nelle scuole dall’amministrazione italiana, la quale, già con la riforma Gentile del 1923 nell’ordinamento scolastico, non si è preoccupata minimamente a salvaguardare le origini delle persone di etnie diverse, snaturalizzandone perfino l’identità», fa sapere Potenza.

Un corso rivolto a tutti (e alla portata di tutti). Un’alfabetizzazione ritenuta necessaria soprattutto ora, dopo i fatti della Catalogna: «Gli argomenti trattati saranno esposti in maniera chiara e ci sarà la possibilità di interventi esterni di professionisti qualificati. Gli intervenuti avranno sempre la possibilità di confrontarsi e colmare lacune pregresse». Il Tlt non lascerà indietro nessuno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Trieste, scivola dalle scale di accesso al mare di Barcola

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi