Trieste, sotto indagine il povero con la Rolls Royce

Una Rolls Royce Silver Spirit in una foto di repertorio

Nell’ambito di una procedura di pignoramento aveva “dimenticato” di dichiarare la proprietà di un’automobile di lusso

TRIESTE Povero in canna ma con la Rolls Royce. Sembra incredibile, ma è proprio vero. Si chiama Fabrizio Alessandri, 60 anni, triestino. È finito nel mirino del pm Federico Frezza perché, coinvolto in un pignoramento, ha detto all’ufficiale giudiziario appunto di essere povero. Di non aver alcunché di proprietà. Invece - secondo le indagini - si era, come dire, dimenticato della vettura di lusso del valore, quando era nuova, di non meno di - all’epoca - 300 milioni di lire e, ora, di 30mila euro. Da qui l’accusa di mancata esecuzione dolosa. Per la quale chiunque sottrae, sopprime, distrugge, disperde o deteriora una cosa di sua proprietà sottoposta a pignoramento ovvero a sequestro giudiziario o conservativo è punito con la reclusione fino a un anno e con la multa fino a 309 euro.

Nei giorni scorsi l’uomo che risulta essere stato titolare di un’agenzia di servizi ha ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che prelude la richiesta di rinvio a giudizio. È difeso dall’avvocato Loreley Lubich che, interpellata, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione sulla singolare vicenda. Scoperta, appunto, da un ufficiale giudiziario durante una procedura amministrativa di pignoramento dei beni. Come accennato, quando l’ufficiale giudiziario si è presentato da Alessandri per procedere al pignoramento di alcuni beni mobili ha chiesto quali appunto fossero state le sue proprietà. Ma - stando alle accuse - l’uomo non ha dichiarato di possedere la vettura di gran lusso.


Poi è bastato fare un controllo incrociato al pubblico registro automobilistico per scoprire che l’auto era intestata all’uomo. Non solo. Secondo il capo di imputazione, la presunta dimenticanza è stata aggravata dal fatto che ad Alessandri in precedenza era stato affidato il bene (la Rolls Royce appunto) in sua custodia. Insomma era proprietario a sua insaputa di un’auto usata da re, regine e sceicchi.

La Silver Spirit è un modello di autovettura di lusso della casa britannica Rolls Royce prodotta dal 1980 al 1997 in molte versioni.

È una berlina di generose dimensioni con il classico propulsore V8 da 6.749 cm3, capace di erogare una potenza di 247 cavalli con trazione posteriore. La versione originale (nota come Mark I) era dotata di un propulsore a benzina dotato di carburatore. I veicoli prodotti successivamente al 1986 sono stati invece dotati di un motore ad iniezione. La velocità massima dichiarata dalla casa era di 208 chilometri orari. Come tutte le Rolls Royce, anche la Silver Spirit è stata lussuosamente arredata, con sedili in pelle connolly, sontuosi tappeti a pelo lungo, largo uso di radica per decorare il cruscotto e le portiere.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Roma-Feyenoord, un uomo albanese ferito alla testa. Tifosi olandesi portati in commissariato

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi