Trieste, sviene mentre celebra la messa a Roiano

La chiesa dei Santi Ermacora e Fortunato a Roiano

Monsignor Voncina si accascia ai piedi dell’altare davanti ai fedeli. Soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale di Cattinara

Un malore, un mancamento e mentre recitava la messa si è accasciato ai piedi dell’altare. L’episodio è accaduto il giorno di Ferragosto nella chiesa Santi Ermacora e Fortunato di Roiano e ha visto coinvolto l’ottantenne monsignor Francesco Voncina. Il sacerdote ora è fuori pericolo ma i suoi parrocchiani martedì mattina, durante la celebrazione della messa in lingua slovena, hanno preso un grande spavento. E da ieri chiedono notizie di quel sacerdote che dal 2003 è vicario parrocchiale per i fedeli in lingua slovena nel rione di Roiano. Alle sue messe in sloveno che spesso vengono anche radiotrasmesse, partecipano pure fedeli che arrivano da altre zone della città proprio per seguire le profonde omelie di Voncina.



Martedì si celebrava la Solennità dell’Assunzione in cielo in anima e corpo di Maria Santissima Madre di Dio. La messa in sloveno è iniziata regolarmente alle 9, come in ogni giornata festiva. Dopo circa un quarto d’ora dall’inizio i fedeli si sono resi conto che qualcosa non andava. «È sbiancato – racconta una parrocchiana che ha assistito all’episodio –, era rallentato e improvvisamente ha avuto un malore accasciandosi. Ma è stato subito assistito da quanti stavano partecipando alla messa e sono stati immediatamente chiamati i soccorsi». Vista l’età del sacerdote e il modo in cui è stato colto dal malore in molti hanno temuto il peggio. «Pensavamo avesse avuto un ictus – spiega la parrocchiana –, abbiamo preso paura e siamo stati per ore in apprensione». Anche il personale sanitario arrivato in pochi minuti a Roiano non ha sottovalutato l’episodio, prevedendo un codice rosso di entrata al Pronto soccorso di Cattinara. I medici hanno sottoposto il sacerdote a tutti gli esami necessari ad escludere cause gravi per quel mancamento. Alla fine a causare il malore potrebbe essere stata un’indigestione, complici anche il caldo, la stanchezza e l’età del religioso. La notizia del malore ha fatto subito il giro delle parrocchie di Trieste e oltre ai sacerdoti della parrocchia di Roiano anche altri preti hanno fatto capolino a Cattinara per informarsi sullo stato di salute dell’anziano. Voncina ieri era ancora ricoverato, i sanitari hanno preferito tenerlo sotto osservazione. «Non è stato altro che un malore ordinario, saranno i medici e poi, dopo le dimissioni, il suo medico curante a decidere quando sarà il caso che riprenda a celebrare la messa», dichiara sintetico il parroco di Roiano, don Andrea Mosca che tiene a sottolineare quanto il sacerdote ora necessiti di tranquillità e serenità.

Martedì dopo l’intervento dei soccorritori è stato un altro sacerdote a riprendere e terminare la celebrazione della messa. Francesco Voncina, ordinato presbitero nel 1963 da monsignor Antonio Santin proprio nella chiesa di Roiano, ha ricoperto per diversi anni l’incarico di vicario episcopale per i fedeli di lingua slovena, e per questo è stato nominato monsignore dal vescovo Lorenzo Bellomi.

 

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi