Croazia, annega dopo la caduta dalla moto d’acqua

L’incidente a Pago. A Dramalj motoscafo “impazzito” piomba sulla spiaggia: conducente ferito, panico fra i bagnanti

FIUME. Decolla la stagione balneare e immancabilmente arrivano gli incidenti in mare. Nelle ultime ore lungo la costa adriatica orientale se ne sono verificati due, con il bilancio di un morto e tre feriti, fortunatamente non gravi. Alla radice dei sinistri, in entrambi i casi, il fattore umano: ossia disattenzione e sottovalutazione dei pericoli che il mare nasconde.

L’incidente costato la vita a una persona si è verificato ieri mattina al largo dell’isola di Pago, dove è stato trovato il corpo senza vita di un villeggiante straniero, evidentemente morto annegato. In base alla ricostruzione, l'uomo sarebbe caduto in mare da una moto d'acqua che aveva preso a noleggio poco prima. Il mezzo senza conducente procedeva così seguendo una traiettoria circolare: la situazione insolita è stata notata da un turista che ha immediatamente lanciato l'allarme alla Capitaneria di Porto di Zara.

Quest'ultima ha informato di quanto stava succedendo il noleggiatore delle moto d'acqua, accorso quindi sul posto per recuperare il veicolo. L'operazione è stata seguita dal Servizio centrale di soccorso e salvataggio in mare di Fiume che ha disposto il traino nel porto di Simuni. Durante il tragitto il noleggiatore ha notato galleggiare in mare il corpo senza vita di un uomo e ha subito avvertito la Capitaneria di Porto di Zara. Sul posto è intervenuta una motovedetta della polizia marittima che nel sopralluogo non ha rilevato indizi o tracce di un eventuale urto del corpo contro natanti di passaggio; neanche la moto d’acqua presentava segnali di incidenti in mare. L’unica ipotesi plausibile è dunque che si sia trattato di un decesso per annegamento.

L’altro incidente. Si è verificato invece nella località rivierasca di Dramalj, vicino a Crikvenica, sul Litorale croato. E qui per pura casualità non si è verificata una strage di bagnanti. Tre i feriti, fortunatamente non gravi. Sulla spiaggia antistante l’hotel Omorik un motoscafo ha urtato contro un battello che trasportava turisti per il solito giro lungo la costa: per la precisione la prua del motoscafo ha urtato contro la fiancata del battello e nel violento impatto il suo conducente e' caduto in mare.

Il motoscafo è così rimbalzato con la prua puntata verso la spiaggia piena di bagnanti che stavano prendendo il sole. Alcuni stavano facendo il bagno: fortunatamente non erano sulla sua rotta. Alla vista del pericolo i bagnanti si sono messi a fuggire e non sono mancate scene di panico. Il natante è quindi uscito dall'acqua continuando la sua corsa impazzita per inerzia sull'asciutto. Un testimone ha raccontato che si è fermato con il motore ancora acceso, a un metro di distanza da una donna anziana che non ce l'aveva fatta a fuggire. I tre feriti sono il conducente del motoscafo e due bagnanti colpiti da choc.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

"Perché li hanno lasciati andare?". Lo sfogo della sorella di Erica dispersa sulla Marmolada

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi