A Monfalcone niente cricket, la protesta dei bengalesi

Un momento del corteo di protesta. Foto: Katia Bonaventura

Un gruppo di ventidue ragazzi ha voluto sfilare in divisa da cricket per manifestare il dissenso e il disagio. Nadim: «Giocare a cricket non è reato. Perché vietarcelo?» Parla il 26enne Miah, portavoce dell’ala giovanile asiatica. La comunità chiede il campo per allenarsi in vista del torneo

Risotto alle capesante, zafferano e olio al prezzemolo

Casa di Vita