Polo nautico in corsa per il primato in Italia

Secondo alcuni parametri ha già vinto, per altri è il terzo distretto dopo Viareggio e Fano. Quasi 800 occupati, 24 aziende, 2500 barche

Monfalcone terzo distretto nautico nazionale dopo quelli storici di di Viareggio e Fano. Ma c’è anche, e tra questi Anna Cisint, che prima ancora di essere sindaco di Monfalcone è velista da una vita, che mette la città dei cantieri al primo posto. Questo per il rapporto tra cantieri, marina e dimensioni del Golfo. «Non c’è territorio in Italia, neppure in Liguria, che ha una tale concentrazione di aziende che si occupano di nautica, sia di centri velici in un golfo così ristretto». Primi del mondo in un settore di eccellenza, quello delle navi bianche, grazie a Fincantieri, primi in Italia nella nautica da diporto con il polo del Lisert guidato da un gigante come Monte Carlo Yachts. Una realtà voluta da Beneteau a Monfalcone per realizzare i suoi superyacht di lusso alla cui guida c’è Carla De Maria eletta non per caso anche alla guida di Ucina, l’Unione nazionale dei cantieri e delle industrie nautiche.

Un panorama tracciato e rilanciato dallo stesso sindaco Cisint qualche sera fa all’incontro organizzato dal Propeller di Monfalcone dove si è fatta una riflessione sulle potenzialità dell’economia del mare.

Un tema che, come per il porto, è stato al centro anche del Forum economia organizzato dal Pd di Monfalcone dove è stato invitato il vicepresidente della giunta oltre che assessore alle attività produttive, Sergio Bolzonello. E proprio il tema della nautica è stato uno dei nodi approfonditi della riunione anche questa dedicata alle potenzialità ed alla vocazione di Monfalcone per lo sviluppo dell’economia del mare. E assieme a Bolzonello il Pd ha ricordato come da un insieme pulviscolare di piccole e piccolissime aziende, tutte di pregio, si è passati a una vera e propria logica distrettuale-nautica guidata dal primo della classe, Monte Carlo Yachts. z«Monfalcone è diventata la sede del terzo distretto nautico nazionale dopo quelli storici di Viareggoi e Fano - è stato sottolineato - l’artefice di questa diversificazione produttiva è statp il Consorzio industriale di Monfalcone. E ora l’impegno è quello di facilitare ulteriori sviluppi del settore che genera forte indotto e che insiste nei bacini del Lisert e di Panzano dove ci sono anche campioni nazionali ed europei dei settori nautici sportivi, vela in primis».

Non servono le parole, sono le immagini e i dati a raccontare il panorama sempre più ricco del polo del Lisert. Pubblichiamo in alto le foto di com’era il polo nautico del Lisert una volta ed adesso. Nel grafico invece in dettaglio la situazione degli insediamenti con oltre 24 aziende, 600 occupati diretti, almeno 150 indiretti (il numero però, ne siamo certi è assolutamente in difetto) e soltanto al Lisert 1240 posti barca. Che esplodono a ben oltre 2500 se si considera anche tutte le associazioni nautiche sportive lungo il canale Est Ovest, quelle del Villaggio del pescatore che gravitano su Monfalcone visto che il canale sbocca proprio davanti. E senza contare un’altra presenza di primo piano come quella del Marina Hannibal che ora sta trattando con i cinesi che si sono già fatti avanti per acquisire l’Isola dei Bagni.

Un vero cluster nautico che va dai marina più moderni e tradizionali ai cantieri che realizzano e fanno manutenzione delle barche in vetroresina, carbonio fino a realtà pregiate dedicate alle vele, al recupero delle imbarcazioni storiche in legno, con i maestri d’ascia che lavorano in maniera tradizionale ma anche tecnologicamente avanzata con il sistema del fasciame incrociato e le resine di ultima generazione. Una realtà, soprattutto il Lisert che ha bisogno di costante attenzione e manutenzione a causa degli insabbiamenti del Canale Est Ovest. Lo ha ricorcato il sindaco Cisint al Propeller facendo presente che a brevissimo partiranno i lavori di dragaggio che farà il Csim per conto della Regione. Cisint ha auspicato che la Regione intervenga in maniera più strutturale di fronte a questo quadro di eccellenza dell’economia del mare. E ha ricordato anche che è stata costituita una “cabina di regia” con tutti i centri velici e nautici e che il Comune intende sostenere un programma di iniziative importanti che inizieranno con il prossimo Campionato italiano d’altura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi