Consegnate le chiavi al Carnevale, a Monfalcone è iniziata la sei giorni di festa

Sior Anzoleto e la sua nuova sposa, Giulia Leban (Bonaventura)

Un “esercito” di 500 mascherine ha sfilato nelle vie del centro e ha battezzato la pista delle danze. Nel pomeriggio Manfrini & Blasini hanno dato fuoco ai cannoni sparacoriandoli sul palco con Cisint

MONFALCONE Ora è tutto nelle sue mani. Il compare d’avventura, Toio Gratariol, lo ha scandito al microfono: «Atension sia fata in tuto el distreto: perché comanda al notaio e sior Anzoleto». La maschera più celebre del Carnevale bisiaco, impersonata da Orlando Manfrini, ha ricevuto ieri dal sindaco Anna Cisint le chiavi (formato maxi) delle stanze dei bottoni e ha dunque preso “possesso” della città. Scalzata l’odiatamata magnadora, che tra qualche giorno sarà messa alla berlina con la lettura del testamento, sior Anzoleto e il notaio Gratariol, alias Gian Carlo Blasini, hanno dato fuoco ai cannoni sparacoriandoli. Così, poco dopo le 14, è stata lanciata ufficialmente in orbita la 133ª edizione della popolare kermesse. Il clou si consumerà martedì con la parata dei giganti in cartapesta, seguita dal concerto di Lorenzo Pilat. Ma ogni sera ci saranno concerti in piazza ed eventi sotto il tendone.

 

 

Ieri, Giovedì grasso, è stata anche e soprattutto la giornata dei bambini.

 

A Monfalcone centinaia di mascherine per il Carnevale dei bimbi

 

 

Un “esercito” di cinquecento tra samurai, superman, principesse, iron man, diavoletti, soldatini e chi più ne ha più ne metta ha preso d’assalto la piazza. Il vivace serpentone di mascherine ha marciato da piazza Falcone a piazza della Repubblica, distribuendo sorrisi e stelle filanti. Accompagnati da maestre, educatrici e qualche genitore gli allievi di tutte le primarie (Toti, Sauro, Battisti e Duca d’Aosta) e i piccoli della scuola d’infanzia Collodi, simpaticamente vestiti da “colori delle emozioni”, si sono scatenati, per primi, sulla pista del tendone appositamente allestito per la sei giorni di festa.

Nel primo pomeriggio, invece, lo show di sior Anzoleto. Giunto in carrozza trainata da due cavalli bianchi ha dettato col socio Gratariol le volontà: «Ordiniamo e comandiamo che per giorni sei siano banditi musi lunghi, pensieri e liti, per dar libero sfogo a feste e balli in ogni luogo».

Intanto Sior Anzoleto ha presentato la sua nuova sposa - la 53ª, per la cronaca - che si chiama Giulia Leban, ha 18 anni, da grande vuole fare l’astrofisica ed è anche la bisnipote di quell’Arturo de Carvalho che passò il testimone, oltre mezzo secolo fa, a Orlando Manfrini, attuale fustigatore della magnadora.

 

Sior Anzoleto presenta la sua 53.ma sposa

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

"Perché li hanno lasciati andare?". Lo sfogo della sorella di Erica dispersa sulla Marmolada

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi