Isola della Cona, pioppi bianchi e salici abbattuti a centinaia: saranno venduti

Foto di Katia Bonaventura

L'area alla foce dell'Isonzo, di proprietà privata, sarà destinata alla semina. A nulla sono servite le proteste degli animalisti

Completato l’abbattimento degli alberi all’ingresso della Riserva naturale Foce Isonzo, dell’Isola della Cona di Staranzano.

 

Cimitero di alberi abbattuti nell’Isola della Cona di Staranzano

 

Lo scenario è quello di un “cimitero” di piante. Cataste di legno sparse in centinaia di ettari di terreni, fra l’altro utilizzate come rifugio da numerose specie di uccelli (è stato osservato anche un rapace), destinate alla vendita. L’operazione, conclusa nei giorni scorsi, era iniziata a fine autunno, per poi subire una forte accelerata.

 

 

Le piante erano pioppi bianchi e salici di altezza media di 5 metri. L’area di proprietà privata sarà destinata alla semina. Non sono serviti gli appelli degli ambientalisti a bloccare l’intervento.

Video del giorno

L'orsetto salvato nel Parco d'Abruzzo e ricongiunto alla famiglia: è l'unico caso in Europa

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi