Il sindaco Raugna riprova ad aprire il Museo del mare fermo da 30 anni

GRADO. Ennesima visita e nuove prospettive per il Museo del Mare. Addirittura l'intenzione di individuare le zone già agibili (messe in sicurezza dal precedente Soprintendente Luigi Fozzati) e...

GRADO. Ennesima visita e nuove prospettive per il Museo del Mare. Addirittura l'intenzione di individuare le zone già agibili (messe in sicurezza dal precedente Soprintendente Luigi Fozzati) e rendere fruibile l'immobile, anche parzialmente, per consentire già la prossima stagione estiva di proporre alcune iniziative culturali anche valorizzando i reperti attualmente conservati nei depositi del museo. Del Museo Nazionale di Archeologia Subacquea, semplicemente noto come Museo del Mare, se ne parla da trent'anni, da quando è stata trovata la nave "Iulia Felix" anche se in realtà l'edificio, l'ex scuola Scaramuzza, è stato concesso dal Comune in comodato gratuito per 99 anni appena nel 1992. Sono cambiati sindaci e, soprattutto, diversi soprintendenti regionali ma sinora il museo, dentro il quale sono stati spesi svariati milioni di euro, è ancora chiuso. Quante volte si è scritto; sono state fatte anche conferenze stampa; sono intervenuti personaggi di ogni genere, persino il Ministro Urbani. Ma niente da fare, tranne alcune mostre e rassegne presepiali la struttura è rimasta chiusa. Erano persino più volte state annunciate le date per l'apertura con i sindaci che si sono alternati alla guida della città convinti di avercela fatta. Oggi ci riprova il sindaco Dario Raugna anche lui convinto di aver trovato la strada giusta coinvolgendo oltre il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia (il Museo di Grado vi fa parte dal 20 dicembre) e L'Ente Regionale Patrimonio Culturale (Erpac). Tutti enti che con i loro rappresentanti, Luca Caburlotto direttore del Polo Museale e Rita Auriemma direttrice del servizio catalogazione, formazione e ricerca dell'Erpac che ieri mattina si sono ritrovati per «impostare un accordo di valorizzazione del Museo Nazionale di Archeologia Subacquea di Grado». All'incontro, al quale hanno partecipato anche i tecnici dei rispettivi uffici e il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco dottor ingegner Luigi Antonio Pio Diaferio, è seguito un sopralluogo nella struttura museale. (an.bo.)

Video del giorno

Trieste, la protesta del "caffè contro il Green Pass" in piazza Unità

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi