In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

CERVIGNANO. Dopo Cervignano, che festeggerà la notte più lunga dell’anno con uno spettacolo pirotecnico senza il botto, anche i Comuni di Fiumicello, Terzo, Ruda, Campolongo Tapogliano, Villa Vicentina e Torviscosa dichiarano guerra ai petardi. Aquileia, Aiello e San Vito al Torre stanno valutando la possibilità di far scattare l’ordinanza in caso di necessità e i sindaci lanciano un appello ai cittadini. Nel capoluogo della Bassa Per i trasgressori è prevista una sanzione da 50 a 500 euro. Nel caso in cui il fatto dovesse assumere rilevanza penale, scatterà la denuncia. A Fiumicello stop ai botti fino al 6 gennaio. «È un provvedimento - dice l’assessore Eva Sfiligoi - che tutta la giunta ha condiviso quale atto di sensibilità nei confronti delle persone, soprattutto anziani e bambini, ma anche degli animali». Nel Comune di Terzo, il sindaco, Michele Tibald, ha deciso di far scattare l’ordinanza «per tutelare l’incolumità delle persone e anche per rispettare gli animali». Anche a Ruda, fino al 6 gennaio, niente botti deciso da Franco Lenarduzzi Dello stesso avviso il primo cittadino di Villa Vicentina, Gianni Rizzatti: «Tanti cittadini ci hanno chiesto di emettere l'ordinanza». Niente botti anche a Campolongo Tapogliano. «Lo scorso anno - dice il sindaco, Cristina Masutto - c’è stato un uso improprio dei petardi e danni ai beni pubblici». Il sindaco di Aiello, Andrea Bellavite, si dice pronto a predisporre l’ordinanza, mentre a San Vito, il primo cittadino, Gabriele Zanin, si appella al senso civico dei residenti. Il sindaco di Aquileia, Gabriele Spanghero, invita la popolazione «a un uso responsabile e moderato». (e.m.)

I commenti dei lettori