In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Fincantieri, primi passi per costruire 9 fregate per la Marina australiana

La società ha firmato un contratto per partecipare al processo di selezione. In corsa altri due costruttori

1 minuto di lettura
Il palazzo della Marineria in Passeggio Sant'Andrea 

TRIESTE Fincantieri ha firmato un contratto con il governo australiano per partecipare al processo di selezione condotto dal Dipartimento della Difesa, che prevede la costruzione di 9 fregate di futura generazione - da realizzare ad Adelaide, nel sud dell’Australia - per la Royal Australian Navy nel quadro del programma Sea 5000.

Fincantieri è uno dei tre costruttori che in aprile sono stati preselezionati dal Capability Acquisition and Sustainment Group (Casg), l’ente del Dipartimento della Difesa, per prendere parte ora al processo di valutazione e selezione, che durerà circa un anno e che porterà all’aggiudicazione della commessa.

Accordi simili sono stati firmati anche da Navantia e Bae Systems, gli altri due gruppi rimasti in gara. Fincantieri parteciperà alla gara forte del modello delle proprie fregate Fremm, che sono attualmente in servizio per la Marina militare italiana.

Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, ha commentato: "Siamo fortemente impegnati per questo programma, uno dei più importanti al mondo nel settore delle navi militari di superficie e siamo davvero molto orgogliosi perché questo è il primo contratto firmato da Fincantieri con il Dipartimento della Difesa australiano che ci permette, attraverso il processo di valutazione che ora si apre, di proporre il meglio della progettazione e costruzione navalmeccanica italiana.

Confidiamo che quello annunciato oggi sia solo il primo passo di questo importante programma, per il quale Fincantieri è pronta a mettere al servizio del governo australiano e della sua Marina, il know-how, le capacità e trasferimento di tecnologia".

I commenti dei lettori