In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Trieste, lo fermano e gli trovano in auto punteruoli e filo metallico

La polizia locale ha denunciato un 44enne triestino: a casa dell'uomo trovati anche sei pugnali

1 minuto di lettura
Un'immagine di via Imbriani 

TRIESTE Aveva in auto due punteruoli metallici con impugnatura della lunghezza di 10 centimetri ciascuno e addosso un laccio di filo metallico di 70 centimetri con due anelli alle estremità, ritenuto un oggetto "costruito per strangolare". A casa, invece, nel corso di una perquisizione, sono stati trovati 6 pugnali appuntiti con doppia lama affilata lunga tra i 20 e i 30 centimetri.

Per il possesso di queste armi un uomo, di 44 anni, di Trieste, è stato denunciato per detenzione di armi e porto d'armi improprie da una pattuglia della Polizia locale. I vigili avevano notato l'uomo aggirarsi con fare sospetto in via Imbriani, calzando guanti di pelle nera, pantaloni tecnici da incursore e giacca multi-tasche.

Alla richiesta dei documenti l'uomo ha millantato di appartenere al Ministero dell'Interno, di essere parte della scorta di un non meglio specificato personaggio importante. Alle insistenze della pattuglia, però, ha recuperato il documento dal cruscotto dell'auto ma sono caduti i punteruoli. A questo punto l'uomo è stato perquisito e gli sono state trovate le armi.

I commenti dei lettori