In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

«Via i Tir dal centro di Gorizia». Corteo di protesta

Il Comitato: «Dopo un anno di silenzio da parte delle istituzioni la misura è colma». Domani blocchi stradali a Montesanto

2 minuti di lettura
La protesta a Gorizia 

GORIZIA Questa volta la misura è proprio colma. E Il Comitato “Basta Tir in centro” ha deciso di organizzare un corteo di protesta per sensibilizzare le amministrazioni comunale e provinciale sul grave problema del traffico pesante in città. Si svolgerà domani: il ritrovo è fissato all’ex valico di Salcano alle 10. Non è escluso che qualcuno possa anche distendersi a terra in segno di protesta, bloccando di fatto il traffico.

«Confermo che partiremo alle 10 dall’ex valico di Salcano per un corteo di sensibilizzazione sul problema - sottolinea Luciano Candini, una delle anime del comitato -, per arrivare alla rotatoria di via Montesanto antistante la scuola delle Orsoline».

La manifestazione è stata promossa e organizzata dal comitato assieme all’associazione di quartiere Montesanto-Piazzutta. «Non sopportiamo più questo silenzio. Le istituzioni non si sono mai realmente interessate al problema: ci sono stati incontri e sopralluoghi da parte della Provincia e del Comune, ma poi alla prova dei fatti nulla è cambiato. I Tir continuano a passarci sotto casa e, cosa più grave, è stata prorogata la concessione di transito che autorizza i passaggi nella zona nord ai frontisti», attacca Candini.

«Come documentato con immagini recenti - attacca il Comitato - notiamo un totale disinteresse da parte del Comune e della Provincia, dopo un anno di segnalazioni e diverse iniziative atte a sollecitare le nostre amministrazioni a risolvere i problemi di traffico pesante nelle vie della nostra città. Le 1.200 persone e le loro famiglie che hanno sottoscritto la petizione provano una profonda delusione in quanto gli interessi della comunità sono letteralmente snobbati».

Continua il Comitato: «Le foto, che abbiamo più volte prodotto e che il vostro giornale ha pubblicato, testimoniano come, attraverso la città e sotto le nostre finestre, passano tonnellate di merci provenienti dallo scalo di Nova Gorica». Candini evidenzia le situazioni di disagio, pericolo e dissesto. Disagio per il passaggio «costante e giornaliero» dei camion che caricano il materiale oltreconfine per attraversare, poi, la città. Pericolo per la normale circolazione sulle strade cittadine. Dissesto perché il passaggio intensivo dei mezzi pesanti finisce con il danneggiare l'asfalto. «Per i trasporti eccezionali - rimarcano le "anime" del Comitato - sono state organizzate alcune mezze giornate di controlli ma gli orari continuano a non essere rispettati e nemmeno il controllo sul reale peso del carico. Torniamo a far notare e ricordiamo che nel mese di giugno scadrà l'autorizzazione ai transiti cittadini di questi Tir per cui chiediamo sin d'ora e con forza che il nullaosta non venga rinnovato per l'ennesima volta».

Ecco che, allora, la speranza è che siano tanti i goriziani che parteciperanno alla manifestazione dsi sabato. «Mi auguro, davvero, che la presenza sia significativa perché ne abbiamo le tasche piene di tutti questi camion e mezzi pesanti che continuano ad attraversare il centro cittadino senza che nessuno intervenga. E poi, dov’è la Polizia municipale? Dove sono gli annunciati controlli?»

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

I commenti dei lettori