Doppia truffa ai danni di persone anziane

Un'immagine generica di una persona anziana

In un caso i malviventi sono riusciti a farsi consegnare 13mila euro, nel secondo la vittima, insospettitasi, ha chiamato la polizia evitanto il raggiro

TRIESTE Due truffe nei confronti di persone anziane, una riuscita e una tentata, sono state compiute a Trieste. Lo rende noto la Questura, rinnovando l'appello a chiamare il 113 nel caso in cui qualcuno dovesse sospettare di essere vittima di un raggiro, e comunque a non dare nomi o numeri di cellulare a estranei.

La prima truffa è avvenuta ai danni di una signora ultra ottuagenaria, con la tecnica del finto danneggiamento per un incidente stradale, attraverso una finta chiamata dei Carabinieri. Confusa dagli eventi e dalla tecnica del raggiro, la donna ha consegnato 4.500 euro richiesti come presunto risarcimento più altri 8.500 che un finto avvocato le aveva richiesto per le spese di chiusura della pratica.

Un'anziana di 79 anni ha invece evitato un raggiro con la tecnica della telefonata di un finto poliziotto che avrebbe tratto in stato di fermo il figlio. Alla donna è stata richiesta la somma di 4.500 euro per la presunta revoca del fermo. Insospettita dalla situazione, la donna ha però interrotto la conversazione e ha chiamato il 113.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi