In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

GORIZIA Questo fine settimana si va in gita con i "Bisiachi in bici": domenica il gruppo Fiab organizza il secondo ciclo-raduno e per l'occasione propone un'interessante pedalata alla scoperta di chiesette nascoste, in Bisiacaria naturalmente. L'itinerario, adatto a tutte le gambe - soli 20 km, tutti pianeggianti e quasi completamente su asfalto - conterà diverse soste dove Christian Selleri, cicloturista Fiab ma soprattutto esperto storico della Società Friulana di Archeologia, racconterà aneddoti legati sia alle chiesette che al territorio attraversato.

Route 3481892 - powered by www.bikemap.net

Una gita da non perdere, una bella sinergia tra bicicletta e storia: l'evento è realizzato in collaborazione con i Territori Ecomuseo, il Centro Culturale del monfalconese e la Società Friulana di Archeologia. In particolare, il percorso, che è stato studiato da Christian Selleri e Nicola Pieri - responsabile e accompagnatore di Bisiachi in bici - permetterà ai partecipanti di visitare anche chiese normalmente chiuse al pubblico e le cui chiavi, per l'occasione, saranno gelosamente custodite nello zainetto di Christian.


Il ritrovo è previsto alle 9 ai laghetti di Dobbia, a Staranzano, in un'area verde recentemente ripulita e attrezzata anche con giochi per i bambini, grazie al lavoro dell'associazione "La Fenice". Partenza in direzione Monfalcone: l'itinerario passerà Ronchi, Fogliano, Redipuglia e San Pier d'Isonzo, per concludersi nuovamente a Staranzano entro le 13 (ricordatevi di portare con voi una borraccia d'acqua e una merenda al sacco).

[[(MediaPublishingQueue2014v1) Chiese sconosciute della Bisiacheria]]


Tra le tappe storiche, la chiesetta di San Nicolò, costruita sui resti di un edificio trecentesco, che vanta un prezioso altare maggiore di legno dorato; quella di San Polo, la cui facciata è sormontata da una monofora campanaria priva della campanella, prelevata da D'Annunzio nel 1919 e ora al Vittoriale, appesa a prua della nave Puglia… (che cosa sia… ve lo spiegherà Christian in dettaglio); e, poco lontano, i resti di quel che fu la chiesa di San Poletto, usata anche dagli uomini di Napoleone come ricovero ma poi devastata dalla Grande Guerra. Ancora, a Vermegliano, sulle pendici del Carso, la chiesa di Santo Stefano, con i suoi splendidi affreschi; a Fogliano, la chiesa di Santa Maria in Monte, in cima all'omonima collinetta (unica piccola salita, eventualmente da affrontare a piedi) e un'altra bellissima chiesetta datata 1520, con affreschi dell'epoca; infine, la chiesa di San Zanut a San Pier d'Isonzo, di origine medioevale e ricostruita dopo il terremoto.

Alla gita ci si può iscrivere in loco domenica o via mail (bisiachinbici@gmail.com): la quota è di 3 euro per i soci Fiab e 5 euro per i non soci (assicurazione inclusa). Cliccando sul QR Code si accede all'evento di Facebook: potete trovare informazioni e dettagli anche sul sito www.bisiachinbici.it

I commenti dei lettori