In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

L'app per l'affitto parcheggi sbanca Hackathon LA CRONACA TWITTER

Conclusa al Magazzino 26 la maratona digitale a cui hanno partecipato un centinaio di creativi, web designer e programmatori. Il format incuriosisce altre università italiane

1 minuto di lettura
Hackathon Trieste: esultano i vincitori della prima edizione (foto Lasorte) 

TRIESTE Hackathon Trieste si conclude tra gli applausi e i complimenti. Dopo un  giorno e una notte di lavoro a pieno regime, per un totale di 27 ore di maratona digitale no stop, e dopo l'attenta valutazione di due giurie di esperti, la competizione dewdicata all'innovazione tecnologica, alla mobilità sostenibile e all'ambiente si è conclusa con la vittoria del Team Parkloud di Pietro Basso, Luca D'Argenio, Francesco Zago, Massimo Romanin e Luca Paronuzzi che ha elaborato un app dedicata a un sistema interattivo per la condivisione e affitto di parcheggi e posti auto.

Un centinaio i giovani programmatori, web designer e creativi coinvolti nella gara, con corollario di staff e supporter che non si è risparmiato, assistendo a puntino i "cervelloni" al lavoro. Non sono mancati anche momenti di divertimento, con musica a palla e pizze per tutti.

[[(MediaPublishingQueue2014v1) Hackathon Trieste, "cervelloni" al lavoro in Porto vecchio]]

Si chiude così il primo Hackathon triestino, svoltosi in Porto vecchio, all'ultimo piano del Magazzino 26 organizzato dal Comune di Trieste, l'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) e l'Autorità Portuale che ha visto una convinta collaborazione dell'Università di Trieste, dell'Ictp, di Area Science Park e di Impact Hub.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Trieste: Hackathon, in corso la maratona digitale DIRETTA STREAMING E DIRETTA TWITTER]]

Tutti i progetti proposti verranno raccontati sul sito hackathontrieste.it in cui chi è interessato all'evento potranno anche trovare video, interviste e gallery fotografiche dell'intera manifestazione. Stanno già arrivano richieste per riproporre il format da alcune università italiane.

I commenti dei lettori