Panzano si ribella all’assenza dei parcheggi

I commercianti sul piede di guerra: «Il sindaco si muova, non possiamo aspettare e perdere clienti»

I commercianti di Panzano, ma anche i residenti, chiedono che si trovino in fretta delle soluzioni al problema della sosta nel rione. «Diventato pesantissimo in questi ultimi mesi», dice Laura Mazzoli, titolare della merceria di via Cosulich, che si fa portavoce del malessere e delle difficoltà condivise con i colleghi. «Una cliente mi ha detto che sarebbe disponibile a fare 500 metri a piedi - spiega -, ma il problema è che la sosta non c’è più nemmeno a quella distanza. È occupato persino il piazzale della chiesa della Marcelliana, dove non trova posto nemmeno chi deve partecipare a un funerale». Sono saturi anche i parcheggi a ridosso dell'ex cimitero, per non parlare di via Bonavia, nel tratto tra viale Cosulich e lo stabilimento Fincantieri, come sanno anche gli insegnanti della media Giacich e della succursale del liceo Buonarroti. «Capita si riempia anche il parcheggio vicino alla Capitaneria», osserva Mazzoli. «Come commercianti chiediamo almeno di far rispettare la rotazione della sosta nel parcheggio all’incrocio tra via Napoli e via Cosulich - dice -, visto che una parte dei posti auto è a disco orario».

La sollecitazione è rivolta al Comune, assieme a quella di individuare assieme a Fincantieri delle alternative quanto meno per la sosta dei dipendenti “estromessi” da dicembre, se non dei tantissimi lavoratori delle ditte esterne che affollano il cantiere. «Non possiamo attendere la fine del 2016 perché la situazione si sblocchi - sostiene Mazzoli -, come è stato detto. Si pensi a creare delle aree di sosta all’esterno del rione servite da bus navetta». I negozianti di via Cosulich riconoscono che delle rimozioni di auto in divieto o parcheggiate all’interno delle Zone a traffico limitato vengono effettuate regolarmente. Altrettanto regolarmente, però, vengono multati i clienti che, in assenza di sosta e dopo alcuni giri nel rione, alla fine parcheggiano in modo irregolare per fare gli acquisiti. «Nessuno pretende di parcheggiare davanti i negozi - ribadisce Mazzoli -. Si chiede, però, che i parcheggi previsti a rotazione con disco orario lo siano davvero». «Le multe vengono messe anche a chi non rispetta il disco orario, se è per questo - commenta il gestore di un bar -. Peccato che finora non abbiano sortito alcun effetto. Forse perché la gran parte delle auto hanno targa straniera?». Sulla vicenda lunedì alcuni commercianti di Panzano si recheranno all’Ascom. (la.bl.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Finale Champions League, caos fuori dallo stadio: tifosi del Liverpool si accalcano all'ingresso

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi