In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il Comune affida a una coop il servizio svolto dai necrofori

La preoccupazione corre sul web: «È un’esternalizzazione. I costi aumenteranno» Il sindaco Romoli predica tranquillità: «La qualità migliorerà a prezzi competitivi»

2 minuti di lettura

Secondo l’accusa è un’esternalizzazione «vera e propria». Che avrà conseguenze sulla qualità del servizio e (soprattutto) sui costi. Parliamo dei servizi funebri comunali. Ma il sindaco taglia corto: niente di traumatico, l’esternalizzazione è limitata e, soprattutto, non ci saranno appesantimenti dal punto di vista economico. «Insomma, le tariffe non schizzeranno all’insù e i servizi funebri comunali continueranno ad essere competitivi rispetto all’offerta dell’Agenzie di pompe funebri private».

A lanciare il sasso un nosto lettore su Facebook. Annuncia che « in giunta a Gorizia verrà votata la delibera per appaltare il servizio di trasporto funebre. Gorizia - la considerazione del lettore che rimane anonimo - perde un altro pezzo dei servizi al cittadino. Ciò vuol dire prezzi più alti per i contribuenti e non gestione non più affidata direttamente al Comune. Un servizio offerto alla gente meno abbiente per poter assicurare un funerale dignitoso al proprio caro. Abbiamo visto con Eni come vanno a finire gli appalti esterni. Il discorso è più complesso di certo. Alla base di tutto è che non vogliono assumere personale. Basterebbe poco. Uno dei pochi servizi che porta incassi». Lo scenario, insomma, sembrerebbe preoccupante.

Abbiamo, allora, girato il quesito all’amministrazione comunale, nella fattispecie al sindaco Ettore Romoli che spiega i termini della delibera approdata in giunta. «Intanto, va detto che non è stato affatto esternalizzato tutto il servizio funebre: semmai, abbiamo deciso di affidare a una cooperativa il semplice trasporto delle bare che non verrà più svolto da personale comunale. In altre parole, si tratta dei quattro necrofori che si occupavano delle onoranze funebri e delle inumazioni. Con l’esternalizzazione di questo singolo servizio, ad occuparsene saranno i dipendenti di una cooperativa ».

Nella fattispecie, la delibera affida a un’impresa esterna, tramite specifica gara, la prestazione relativa al trasporto e al cosiddetto necroforaggio mentre rimarranno in capo all’ente la gestione del servizio di onoranze funebri e l’attività amministrativa e contabile di agenzia nonchè quella afferente la fornitura di materiali funebri. «Si mette fine così - aggiunge il primo cittadino - a una situazione di incertezza dovuta, in particolare, alla precarietà del servizio riservato ai necrofori, ovvero di preparazione della salma, del trasporto della bara e di tutte le attività collegate. Negli ultimi anni, considerato che per problemi fisici alcuni necrofori assunti a tempo indeterminato erano stati destinati ad altri lavori, si era fatto ricorso ad assunzioni a tempo determinato e ad altre soluzioni temporanee. Oggi, con al scelta di affidare all’esterno la prestazione, si “stabilizza” il servizio».

Come detto, sarà affidato ad un’impresa esterna anche il trasporto sul mezzo, considerando, peraltro, che delle due auto funebri comunali una è vetusta, per cui inutilizzabile mentre l’altra sarà assegnata in comodato gratuito all’impresa, “scomputando” i relativi costi dal valore dell’appalto, che si dovrà occupare anche della manutenzione, oltre che del carburante.

Sarà sempre ill Comune, invece, ad effettuare l’individuazione e la riscossione delle tariffe poste a carico dell’utenza, rimanendo altresì in capo allo stesso la responsabilità nei rapporti con il cliente.

«L’operazione - rassicura il sindaco - consentirà il mantenimento dei prezzi “sociali” praticati dal Comune di Gorizia, perfettamente in linea con gli analoghi servizi attuati da altri lenti del territorio regionale». Quindi, a sentire l’amministrazione comunale c’è davvero da restare tranquilli. «Riuscire a mantenere un servizio efficiente, garantendo prezzi competitivi», rassicura il sindaco.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori