Renzi: «Verità per Giulio, nessun passo indietro»

Matteo Renzi e, a destra, Giulio Regeni

Il premier in campo: «Vogliamo i responsabili, quelli veri». E l’Università di Cambridge difende il proprio operato