In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Autostrade croate, ora arriva la vignetta

Il nuovo governo deciso a introdurle. Uno studio prevede tagliandi per 10 giorni, un mese oppure un anno

1 minuto di lettura
Un’immagine panoramica di un tratto autostradale in Croazia (vecernji.hr) 

ZAGABRIA. L’idea ha attraversato già due governi, ma non è mai stata realizzata. Adesso il nuovo esecutivo croato targato Hdz e Most potrebbe finalmente concretizzare l’introduzione del regime delle vignette per il pagamento dei pedaggi autostradali così come già avviene in Slovenia e in Austria.

Questo anche perché il ministro dei Trasporti Oleg Butkovic è stato uno dei fermi sostenitori di tale sistema di pedaggio già in tempi non sospetti e quando sedeva, da deputato, nei banchi dell’opposizione. E perché Most anche nel corso della sua campagna elettorale aveva posto come uno dei punti del suo programma proprio l’introduzione delle vignette nel sistema delle autostrade croate.

Il ministero dei Trasporti croato, intanto, ha già comissionato uno studio apposito al professor Ivan Dadic, docente alla facoltà di scienze del traffico dell’Ateneo di Zagabria. Secondo le prime indiscrezioni riportate dal quotidiano zagabrese Vecernji list il regime delle vignette dovrebbe suddividersi in tre tipologie temporali: validità dieci giorni, validità mensile e validità annuale.

Il professor Dadic sostiene che il prezzo del tagliando valido per dieci giorni non dovrebbe essere superiore alle 112 kune (15 euro), mentre per quella mensile il costo massimo non dovrebbe superare le 375 kune (50 euro) e per quella annuale il tetto massimo dovrebbe essere di 1.125 kune (150 euro).

Oggi, ad esempio, il pedaggio “tradizionale” per raggiungere Spalato partendo da Zagabria a bordo di un’autovettura (categoria uno) è complessivamente di 174 kune, quindi, la futura vignetta di dieci giorni costerebbe meno del viaggio tra le due città su indicate del Paese, così come la vignetta mensile verrebbe invece a costare praticamente quanto si deve pagare oggi da Zagabria a Spalato e ritorno.

Facendo lo stesso calcolo sulla vignetta annuale da 1.125 kune si evince che allo stesso prezzo si possono fare oggi sei viaggi sulla tratta autostradale tra Spalato e la capitale. Secondo quanto sostenuto dal professor Dadic il sistema delle vignette potrebbe essere introdotto in Croazia in tempi relativamente brevi e se ci sarà la volontà politica di portare avanti tale progetto lo stesso potrebbe diventare operativo all’inizio del prossimo anno.

La vignetta inizierebbe a funzionare innanzitutto sui tratti autostradali gestiti dalla Hrvatske Autoceste (Autostrade croate) e sull’autostrada Fiume-Zagabria. Successivamente, previo accordo con le società concessionarie, il sistema potrebbe essere esteso anche alla Zagabria-Macelj e alla Ipsilon istriana.

Da tale sistema si prevede un incasso di circa 2,2 miliardi di kune, maggiore di quanto fin qui introitato con i pedaggi tradizionali e con minori spese di gestione non fosse altro per gli 800 casellanti in meno da pagare. E i sindacati sono già in stato di allarme.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori