In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Trieste, camionista alterava il cronotachigrafo con un telecomando: maximulta VIDEO

La manomissione mirava a nascondere il mancatp rispetto dei tempi di guida e di riposo imposti dalla legge a chi guida mezzi pesanti. Un "giochino" costato quasi 1700 euro di multa e 10 punti e sospensione della patente

1 minuto di lettura
Il telecomando che alterava il tachigrafo 

TRIESTE Un "telecomando" per spegnere a piacimento il cronotachigrafo di un Tir con targa straniera è stato scoperto dalla Polizia Stradale di Trieste lungo il Raccordo Autostradale 13, all'altezza di Trebiciano.

Il mezzo è stato fermato lungo il raccordo e l'autista si è rifiutato in un primo momento di sottoporsi al controllo della pattuglia. Il cronotachigrafo risultava in pausa da più di un'ora invece che in movimento. Gli agenti hanno quindi scoperto il telecomando con tasti di accensione e spegnimento, che serviva all'autista per attivare e disattivare il dispositivo a suo piacimento.

Il telecomando per alterare il tachigrafo: maximulta

Un tipo di manomissione che mira a nascondere il mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo imposti dalla normativa vigente ai conducenti dei mezzi pesanti, mettendo a grave rischio la sicurezza della circolazione.

Proprio per questo la violazione del Codice della strada contestata al guidatore è particolarmente salata e prevede una multa di 1.696 euro, la decurtazione di 10 punti e la sospensione della patente da 15 giorni a tre mesi. Analogamente si procederà nei confronti della ditta titolare della licenza di trasporto.

I commenti dei lettori