In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

TRIESTE Ha dato le chiavi della macchina al marito perché andasse a cercare un parcheggio mentre lei andava ad aprire la propria attività commerciale. Un gesto apparentemente banale, ma costato molto caro a una coppia di kosovari residenti in città, che ora dovranno pagare una maximulta da 1.237 euro. Il motivo? Non solo la macchina era sprovvista di assicurazione, ma l'uomo non aveva mai conseguito la patente.

A scoprirlo, durante un controllo di routine, è stata la Polizia locale che ha fermato una Fiat Punto con targa italiana condotta da un uomo, N.V le sue iniziali, di 35 anni, di nazionalità kosovara. L'uomo, alla richiesta di esibire i documenti di guida, ha risposto candidamente di essere privo di qualsiasi titolo abilitativo, pur essendo residente in Italia da diversi anni: dai controlli è emerso che il veicolo, intestato alla moglie, era anche privo di assicurazione, in quanto scaduta e non rinnovata.

L'uomo, per la guida senza patente, dovrà subire un processo penale, con spese legali annesse, mentre per l'autovettura senza assicurazione dovrà pagare una sanzione di 848 euro oltre al sequestro del mezzo che è stato affidato alla moglie, giunta nel frattempo sul posto.

La donna, anch'essa di nazionalità kosovara, ha riferito di aver consegnato le chiavi del veicolo al marito affinché cercasse nelle vie limitrofe un parcheggio libero, mentre lei andava ad aprire la propria attività commerciale situata in zona. A quel punto anche la donna è stata sanzionata per incauto affidamento dell'autovettura in quanto, pur sapendo che il marito era privo di patente, gli ha consentito la guida: da qui l'ulteriore sanzione di 389 euro.

I vigili hanno accertato che lo stesso conducente a fine settembre era stato fermato in viale D'Annunzio alla guida dello stesso veicolo (all'epoca ancora coperto da assicurazione, successivamente scaduta e non rinnovata) e anche in quell'occasione era stato denunciato per guida senza patente.

I commenti dei lettori