In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Quindici società in corsa per gestire La Voce della Luna

Svelati i nomi dei partecipanti alla gara indetta per rilanciare il locale di Barcola. Arrivate anche cinque richieste da fuori provincia.

1 minuto di lettura
La Voce della Luna a Barcola  

Sono stati svelati i nominativi di chi partecipa alla gara per aggiudicarsi le concessioni del locale di Barcola, la Voce della Luna. Quindici le società che hanno presentato un progetto per ottenere la concessione demaniale marittima e far rivivere quella struttura oggi in stato di degrado e abbandono. Cinque i candidati arrivati da fuori Trieste.

Le buste con la documentazione relativa ai concorrenti sono state aperte in una sala di corso Cavor, nella sede della Regione titolare delle funzioni amministrative per il rilascio, rinnovo e qualsiasi variazione delle concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricettive.

Ecco l'elenco delle società triestine partecipanti alla gara: la società che gestisce il bagno Sticco di Miramare, la Miramare Castello srl; La Terrazza srl che guida l'Ostello della Gioventù; la Navigando srl che gestisce l'omonimo ristorante sulle Rive; Copacabana Pizzeria di Brescia Francesco già alla guida del locale di via del Teatro Romano. E ancora: la società Tplf srl proprietaria della Cantina del Vescovo di via Torino; la Kapuziner Keller di Bruno e Gianni Vesnaver, la Gdm sas già alla guida di Bar Walter e Mal del Lupo. Sempre da Trieste sono arrivate le proposte della Rossini 8 srl che gestisce lo ZeroQuaranta, quella de La Boheme di Andreozzi Elisabetta già gestore della pizzeria discopub 45 giri e quella di una società temporanea d'impresa composta dalla cooperativa La Bora e da Eurospiagge che gestisce lo stabilimento dell'antica Diga. 

I commenti dei lettori