In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Questo pomeriggio alle 17.30, al Punto Enel del Tergesteo, a cura del circolo Amici del dialetto triestino, conferenza della giornalista Viviana Facchinetti dal titolo “Storie fuori dalla storia” con proiezione di filmati sull’emigrazione dei giuliani in varie parti del mondo. Da circa trent’anni la Facchinetti è impegnata con ricerche, interviste, importanti reportage radiotelevisivi, video documentari sul tema dell’emigrazione in Australia, Canada, Stati Uniti d’America, Sudafrica e nel 1998 ha ideato il progetto editoriale “Storie fuori dalla storia” con uno specifico capitolo dedicato all'esodo giuliano-dalmata alla “ricerca di un'identità perduta”. Fra i suoi libri il più recente è “Protagonisti senza protagonismo”, presentato anche a Montecitorio, una trilogia riedita nel 2014 in cui ha raccolto oltre 400 testimonianze dirette di esuli giuliani, istriani, fiumani e dalmati incontrati nei suoi viaggi con foto che illustrano ricordi e emozioni molto personali. Fra i video che verranno proiettati nel corso dell’incontro, “Due anni e poi torno” si collega alle partenze per l'Australia, alla vita a bordo e al difficile inserimento dei primi tempi in un paese nuovo. In “L'Australia saluta Trieste” ritroviamo molti di quei partenti ai giorni nostri, a Sydney e Melbourne con i ricordi lasciati nella propria città e i legami affettivi con figli e nipoti nati sul posto. “Dall'Adriatico oltre l'Atlantico” sarà occasione di ritrovare i nostri emigrati in Canada, per rivedere a Los Angeles - oltre cinquant'anni dopo - le ragazze triestine sposate con militari del Gma e fondatrici del Triestine Girls Club; le seconde e terze generazioni perfettamente inserite nel nuovo tessuto sociale, non dimentiche però delle proprie radici. La realtà migratoria giuliana, specie nei Paesi d’oltreoceano, appare caleidoscopica e comunque molto lontana dagli stereotipi di chi non ha avuto occasione, come la Facchinetti, di incontrare e far parlare direttamente centinaia di questi protagonisti.

I commenti dei lettori