Le ragioni del Tlt all’esame dell’Onu

Bandiera rossa con alabarda all’occhiello della giacca. Ieri, Arlon Stok, Nicola Sponza e Stefano Ferluga, per conto della Triest Ngo (l’associazione non governativa che rappresenta il Territorio...

Bandiera rossa con alabarda all’occhiello della giacca. Ieri, Arlon Stok, Nicola Sponza e Stefano Ferluga, per conto della Triest Ngo (l’associazione non governativa che rappresenta il Territorio Libero di Trieste) hanno presenziato, come relatori alla 56esima sessione del Comitato per i diritti economici, sociali e culturali (Cescr), sezione dell'alto commissariato per i Diritti Umani dell'Onu (Ohchr), a Ginevra. La prima volta che in un’assemblea dell’Onu si parta della questione del Tlt. Il colloquio è durato un’ora. Arlon Stok ha esposto tutte le le inadempienze dell'Italia a partire dal porto libero internazionale di Trieste compresa la nomina del direttore dello scalo («che non dev'essere né cittadino italiano né dell'ex Jugoslavia»), fino ad arrivare al blitz del senatore del Pd Francesco Russo sulla sdemanializzazione dell’area del Porto Vecchio. Nel corso dell'incontro c'è stata una fase caratterizzata da domande specifiche da parte dei membri del comitato Onu sulla questione di Trieste. «Si è trattato del primo incontro di questo tipo nella storia di Trieste e può essere interpretato come una prima, finora inedita presa di coscienza sulla complessa unicità dell’attuale situazione in cui - in particolare - il porto di Trieste versa» spiega i rappresentanti di Triest Ngo. Sempre ieri a Ginevra, Sandro Gombac, direttore di Triest Ngo, ha incontrato Pol Planas, funzionario dell'alto commissariato Onu per i diritti umani «in merito alla campagna per il riconoscimento del diritto alla cittadinanza del Territorio libero di Trieste». All’Onu è tornato a farsi sentire il Tlt. (fa.do.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Piancavallo, di notte vanno in scena i "rally clandestini"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi